Emirati Arabi Uniti per consentire la proprietà straniera al 100% delle imprese – “Ora possiamo aspettarci un’esplosione senza precedenti di investimenti diretti esteri a Dubai e Abu Dhabi “.

Internationalinvedtment.net 24.11.20

Il governo degli Emirati Arabi Uniti ha annunciato oggi con decreto che gli investitori stranieri possono possedere interamente le società locali senza la necessità di uno sponsor degli Emirati.

Lo sceicco Khalifa bin Zayed Al Nahyan, presidente degli Emirati Arabi Uniti, ha emesso il decreto, che sostituisce la Legge sulle società commerciali n. 2, approvata nel 2015.

Secondo l’attuale legge degli Emirati Arabi Uniti, gli azionisti stranieri possono possedere fino al 49% di una società registrata a livello locale, con un partner locale che detiene la maggioranza del 51%. Ora possiamo aspettarci un’esplosione senza precedenti di investimenti diretti esteri a Dubai e Abu Dhabi “.

Tuttavia, diverse sezioni ritenute strategiche sono esentate dalle nuove regole annunciate oggi. Questi includono energia e idrocarburi, telecomunicazioni e trasporti.

Tuttavia molti hanno accolto con favore le nuove regole come “riforme fondamentali”. Nigel Green, CEO e fondatore del gruppo deVere con sede a Dubai, ha affermato che i cambiamenti determineranno una “esplosione senza precedenti” di investimenti diretti esteri.

In base alla nuova legislazione, gli Emirati Arabi Uniti consentiranno la proprietà al 100% delle imprese per i cittadini stranieri dal 1 ° dicembre 2020. In precedenza, tutte le imprese dovevano avere uno sponsor cittadino degli Emirati Arabi Uniti.

Note verdi: “Dubai e Abu Dhabi sono già riconosciute come due dei più potenti centri finanziari e commerciali al mondo da investitori internazionali che sono attratti dalle incredibili possibilità offerte in termini di finanza, commercio e commercio, oltre al famoso ‘può fare ‘atteggiamento e il contesto fiscale basso in queste destinazioni.

“Questo appello è appena salito alle stelle a causa della riforma della legge sulla proprietà aziendale, che ora consente alle imprese di essere interamente di proprietà di cittadini stranieri”.

“Ora possiamo aspettarci un’esplosione senza precedenti di investimenti diretti esteri a Dubai e Abu Dhabi, che consolideranno ulteriormente il loro status crescente di importanti centri finanziari internazionali”, ha aggiunto Green.