N26 si rivolge alla clientela ING-Diba con un nuovo modello di account

Finanz-szene.de 24.11.20

Di Christian Kirchner

Il Berlin Neobank N26 sta introducendo un nuovo modello di conto e apparentemente si rivolge alla clientela classica di grandi banche dirette e filiali con questo. L’offerta si chiama “N26 Smart” e costa 4,90 euro al mese, più o meno quello che molte altre banche e casse di risparmio in Germania chiamano per i loro conti “normali”. È interessante notare che in precedenza N26 non era affatto rappresentato in questo segmento di prezzo. Invece, i clienti potevano scegliere tra un account standard completamente gratuito e due versioni premium chiamate “You” e “Metal” per EUR 9,90 o EUR 16,90 al mese.

Il miliardario fintech incorpora l’introduzione di “N26 Smart” in una – almeno per quanto riguarda i nomi – importante ristrutturazione della gamma dei modelli. Il precedente account “Tu” diventerà l’account “N26 International” in futuro; l’account “Metal” in futuro si chiamerà “N26 Unlimited”. Secondo N26, non cambierò nulla sul prezzo dei due account premium. Tuttavia, alcune funzionalità potrebbero cambiare. I dettagli in merito dovrebbero essere resi pubblici all’inizio del prossimo anno.

Il nuovo conto “Smart” si differenzierà dal conto standard gratuito principalmente in termini di supporto telefonico, un servizio comune a tutti i clienti delle banche dirette classiche. Devi sapere: due anni fa, N26 ha interrotto il supporto telefonico per l’account standard e lo ha prenotato per l’account Metal più costoso. D’ora in poi i clienti dovrebbero invece contattare la banca solo tramite la funzione chat. Ovviamente, i berlinesi sono giunti alla conclusione che esiste un grande gruppo di clienti che non ha più bisogno di una filiale, ma preferisce comunque occuparsi di questioni di servizio al telefono piuttosto che in una chat.

Come nuova funzionalità, l’account “Smart” include una “opzione di arrotondamento”. Ciò significa che il cliente ha la possibilità di registrare la differenza dell’importo arrotondato successivo più alto in un sottoconto separato per ogni pagamento con carta. In caso contrario, l’account “Smart” ha varie proprietà dai precedenti account di pagamento. Ciò include un Mastercard Debit fisico, fino a dieci account secondari e i cosiddetti “Spazi condivisi” per il pagamento di progetti comuni tra più utenti. Ciò che manca rispetto ai precedenti conti “You” e ai precedenti “Metal” comprendono diverse prestazioni assicurative comprese nel prezzo del conto.

Anche se l’account standard gratuito viene mantenuto, l’introduzione dell’account “intelligente” sembra ancora come se N26 volesse lasciarsi alle spalle l’approccio gratuito a poco a poco. Negli ultimi anni, la Challenger Bank ha registrato una crescita impressionante dei clienti, non solo in questo paese, ma anche in Francia e Austria, ad esempio. Tuttavia, non è chiaro con quanti dei cinque milioni di clienti ufficiali i berlinesi guadagnino effettivamente denaro o almeno generino entrate.

FinanzSzene.de ha stimato il numero di relazioni redditizie con i clienti circa un anno fa a circa un milione e mezzo. Ciò corrisponde a quanto doveva essere letto nel bilancio 2018 del Gruppo N26, che è stato pubblicato poco dopo, ovvero che il numero di clienti in quel momento su base certificata superava solo “oltre un milione”. Non è chiaro al 100% come si possano spiegare i numeri in conflitto. Una cosa è certa, però: N26 negli ultimi anni ha attratto molti clienti con i quali non è realmente possibile fare affari. Il conto in euro 4,90 potrebbe essere un tentativo di concentrarsi maggiormente sulla crescita qualitativa in futuro – anche se il direttore generale di N26 Georg Hauer sottolinea: “In Germania, generiamo margini di contribuzione con tutti i modelli di conto esistenti, compreso il conto gratuito”.

Non si può certo trascurare che l’attenzione delle banche al dettaglio tedesche si sta generalmente spostando dalla pura acquisizione di clienti verso la redditività e flussi di entrate calcolabili.

  • L’ ING ha giurato una crescita apparente di nuovi clienti, ha introdotto commissioni per i clienti inattivi e si concentra su di essa per incoraggiare i clienti a effettuare il maggior numero di transazioni redditizie per loro ( vedere qui )
  • La Commerzbank , che ora finalmente guida un “modello ibrido” di negozio e conti online con l’integrazione di Comdirect, non vuole più nuovi clienti a tutti i costi ( vedi qui)
  • Anche presso le casse di risparmio e le genobank sono in pieno boom modelli che si concentrano sulla redditività della relazione con il cliente e in cui il conto è gratuito solo per i clienti che generano reddito altrove ( vedi qui )

Tuttavia, poiché è difficile convertire un cliente che è stato vinto per un servizio gratuito in un modello a pagamento, apparentemente N26 preferisce attirare i clienti disposti a cambiare con un modello a pagamento fin dall’inizio. “È ovvio che per prima cosa implementeremo alcune nuove funzionalità attraverso i nostri modelli premium”, afferma N26. In un linguaggio semplice: con l’account gratuito attuale e futuro, in termini di portata dei servizi, la fine è già stata raggiunta.