Europcar è sotto il controllo dei suoi creditori

Lottato dal calo del turismo, il locatore ha raggiunto un accordo con i suoi creditori per cancellare 1,1 miliardi di euro di debito. Beneficerà inoltre di una “significativa iniezione” di nuova liquidità.

Europcar beneficerà di un'iniezione di nuova liquidità.
Europcar beneficerà di un’iniezione di nuova liquidità. (Bloomberg)

Di Les EchosPubblicato il 26 novembre 2020 alle 10:27 Aggiornato il 26 novembre 2020 alle 11:54 lesechos.fr

Europcar può prendersi una pausa. Afflitta dalla crisi, la società di autonoleggio conferma l’accordo con i suoi creditori per cancellare gran parte del suo debito. La lista si ridurrà di 1,1 miliardi di euro – su un totale di 1,3 miliardi di debito “corporate” – attraverso una conversione di obbligazioni in capitale.

L’accordo è stato raggiunto con un “gruppo significativo” di creditori obbligazionari senior ed è stato approvato all’unanimità dal Consiglio di Sorveglianza. Alla fine della transazione, questi creditori detengono tra il 92% e il 97% di Europcar.

Oltre a questa conversione del debito, l’accordo prevede una “significativa iniezione” di nuova liquidità. In totale, 250 milioni di euro saranno forniti in capitale, mentre 225 milioni saranno utilizzati per finanziare la sua flotta di veicoli.

Europcar: la scarpa del debito

Il titolo Europcar salta

“Questo accordo soddisfa pienamente gli obiettivi del gruppo di raggiungere una struttura del capitale sostenibile, adatta alle sue ambizioni e consentirgli di realizzare il suo programma di trasformazione” Connect “, che mira a un’offerta più flessibile e connessa, ha affermato il gruppo. in un comunicato stampa.

Europcar, che impiega circa 10.000 persone, può vedere la fine del tunnel. Maltrattato dalla crisi sanitaria, il locatore ha sofferto in particolare del calo del traffico aereo, mentre trae gran parte dei suoi proventi dagli aeroporti. La società, che ha come maggiore azionista la società di investimento Eurazeo, si è rivolta ai suoi creditori nella speranza che acconsentissero all’operazione di conversione.

L’annuncio di questa ristrutturazione è stato ben accolto dagli investitori, con le azioni Europcar che hanno guadagnato oltre il 6% poco dopo l’apertura del mercato azionario.