Banque de Savoie lancia il suo White Friday in risposta al Black Friday

La banca sta lanciando un finanziamento riservato ai privati e dedicato agli acquisti nei negozi locali. Sta rimuovendo le offerte del Black Friday dai giganti dell’e-commerce e della distribuzione dalla sua gamma.

Durante il suo esercizio finanziario 2019, la Banque de Savoie ha realizzato un utile bancario netto di 46,1 milioni di euro.
Durante il suo esercizio finanziario 2019, la Banque de Savoie ha realizzato un utile bancario netto di 46,1 milioni di euro. (ALLILI MOURAD / SIPA)

Di Les EchosPubblicato il dic. 2020 alle 17:36

Banque de Savoie, una sussidiaria di Banques Populaires Auvergne-Rhône-Alpes (Groupe BPCE), ha annunciato un piano per sostenere le imprese locali indebolite da un secondo blocco e dal rullo compressore delle promozioni del Black Friday, introdotto in Francia da Amazon e Consorti.

Venerdì bianco

L’istituto bancario ha quindi lanciato il suo White Friday per sostenere il commercio e il consumo locale dove sono attive le sue filiali. Obiettivo: stimolare i consumi locali e non amplificare i flussi ai maggiori player internazionali dell’e-Commerce, molto criticati.

Due azioni concrete supportano questa ambizione. Innanzitutto, la banca ha rimosso le offerte relative al Black Friday dall’e-commerce e dai giganti della distribuzione dalla sua gamma. Contestualmente, sabato 28 novembre, la Banque de Savoie ha lanciato, non appena hanno riaperto le attività non essenziali, un prestito riservato ai privati per promuovere i propri acquisti nei minimarket di ogni genere.

51.000 clienti

Acquistata nel 2008 dal gruppo BPCE, la Banque de Savoie lo scorso anno ha registrato depositi in essere per poco più di 1,42 miliardi di euro, con un tasso di occupazione del 96%. Nel corso dell’esercizio 2019, l’istituto finanziario, con 51.000 clienti, ha conseguito un utile netto bancario di 46,1 milioni di euro e un utile netto di 7,8 milioni. Ha 297 dipendenti in 48 filiali, di cui dieci in Alta Savoia.