99,9% di virus in menoBombardier sta lavorando al treno Corona-safe – Il costruttore di treni Bombardier vuole portare via la sensazione di disagio sul treno. Nuovi filtri dovrebbero risolverlo. E zone speciali per le persone a rischio.

Blick.ch 9.12.20

Il produttore di treni e tram Bombardier è alla ricerca di soluzioni per rendere più sicuri i trasporti pubblici in tempi di Corona. Una possibilità è un filtro con un rivestimento d’argento, che elimina virtualmente tutti i virus. Se i test vanno bene, potrebbe essere installato presto.

Gli svizzeri, noti per essere campioni europei nei viaggi in treno, stanno sempre più evitando i trasporti pubblici a causa della pandemia della corona. Il produttore di treni e tram Bombardier Svizzera vuole ora riconquistare la fiducia con soluzioni tecniche.

Bombardier, produttore dei treni Dosto e dei tram Flexity, ha sviluppato diverse idee “con cui il virus può essere tenuto lontano dai treni”, come ha detto mercoledì ai media Stéphane Wettstein, capo di Bombardier Svizzera .

C’è un grande interesse

Non è stato ancora implementato nulla. Ma sono in trattative con i fornitori, comprese le società di trasporto urbano, e c’è un grande interesse. La pandemia è nota per durare più a lungo. Questo è il motivo per cui devi essere pronto a prendere misure a lungo termine, ha detto Wettstein. Ma anche senza Corona, i cambiamenti avrebbero senso, anche a causa dell’ondata influenzale che arriva ogni anno.

C’è grande interesse per un nuovo filtro che non solo blocchi polline e polvere, ma anche il 99,9% dei virus. È un filtro in schiuma con rivestimento d’argento. Il processo di brevettazione è attualmente in corso, ha affermato Wettstein.

Il filtro è già in uso su base di prova ad Amburgo (D) e in Gran Bretagna. Se i test andranno bene, il filtro d’argento potrebbe essere installato su treni e tram svizzeri in brevissimo tempo. “I filtri sarebbero disponibili immediatamente e installati rapidamente.” I tappetini filtranti odierni verrebbero semplicemente sostituiti dal nuovo filtro.

Zone per persone vulnerabili

Secondo Wettstein, anche i vetri di plexiglass tra i sedili e l’erogatore del disinfettante sarebbero facili da installare. Anche le zone per passeggeri a rischio di estinzione sarebbero un’opzione, simili alle zone di riposo.

Bombardier offre anche agli operatori ferroviari la possibilità di riprogettare i treni in vista delle pandemie attuali o future. Ad esempio, si potrebbe nuovamente rinunciare ai posti in piedi, utilizzati solo da pochi anni. “In generale, è meglio se i passeggeri si siedono invece di stare in piedi”, dice Wettstein.

Corona potrebbe anche significare la fine delle auto a pianta aperta. Invece di costruire scompartimenti aperti per quattro persone, gli scompartimenti per sei o otto persone sarebbero nuovamente separati, come talvolta accade nella prima classe oggi. Le pareti impedirebbero ai virus di diffondersi in tutta l’auto.

Porte separate per entrare e uscire potrebbero anche impedire ai passeggeri di incrociarsi alla ricerca di un posto a sedere. Questo concetto è già in uso in Canada. “Certo che devi restare fedele.” (pbe / SDA)