Moda: in Cina vendite di lusso record nel 2020 (+48%) (MFF)

Fonte: MF Dow Jones (Italiano)

La Cina prosegue la sua corsa. Un report pubblicato da Bain & company e Tmall luxury division, il primo scritto congiuntamente, evidenzia come nel 2020 la quota di mercato dell’ex Celeste impero nel mondo del lusso globale sia quasi raddoppiata. 

Dopo un inizio anno in frenata a causa dell’emergenza sanitaria, gli acquisti luxury nel paese hanno avuto un forte rimbalzo, scrive MFF. Le restrizioni e il divieto di viaggiare hanno spinto i consumatori cinesi a fare shopping localmente invece che all’estero. 

Stando al «China’s unstoppable 2020 luxury market» di Bain e Tmall, per l’esercizio fiscale in corso in Cina continentale è previsto un incremento del 48% a 346 miliardi di renminbi (pari a 43,4 miliardi di euro al cambio di oggi). La scalata proseguirà almeno fino al 2025. Un andamento in controtendenza rispetto al mercato del lusso globale, che subirà una contrazione del 23%. La quota della Cina, invece, è passata dall’11% circa del 2019 all’attuale 20%. 

Sono stati quattro i motori trainanti della ripresa: il rimpatrio di chi viveva fuori, gli acquisti dei Millennials e della Gen Z, la continua digitalizzazione e i negozi duty-free di Hainan. A dirlo è Bruno Lannes, senior partner di Bain basato a Shanghai e uno dei co-autori del report. «Uno dei trend più interessanti è stato il modo in cui i marchi hanno rafforzato il loro rapporto con i clienti online e offline», ha commentato Chris Tung, chief marketing officer di Alibaba group. I consumatori cinesi, ha aggiunto la manager, sono nativi digitali altamente sofisticati e si aspettano un’esperienza di acquisto di qualità. 

red/lde 

fine 

MF-DJ NEWS 

1708:19 dic 2020 

(END) Dow Jones Newswires

December 17, 2020 02:22 ET (07:22 GMT)