Il ritorno dei falsi falchi del deficitRisparmiare sugli aiuti in nome della prudenza fiscale metterebbe milioni di cittadini in enormi difficoltà

PAUL KRUGMAN19 DICEMBRE 2020 – 00:30 elpais.com

Il leader repubblicano al Senato, Mitch McConnell.

Il leader repubblicano al Senato, Mitch McConnell. TASOS KATOPODIS / GETTY IMAGES

Sembra che il Congresso approverà a breve la tanto necessaria legge sull’assistenza finanziaria(non sugli stimoli) che aiuterà gli americani in difficoltà a superare i prossimi mesi, mentre aspettiamo una vaccinazione diffusa per aprire la strada alla ripresa economica. È una buona notizia, perché qualcosa è meglio di niente, anche se ciò che sappiamo di questa legge ci dice che avrà numerosi difetti.

Ma il modo in cui si è svolto questo dibattito è di cattivo auspicio per il futuro. Anche alcuni dei bravi ragazzi sembrano un po ‘confusi su ciò che stanno cercando di fare. Ed è chiaro che i cattivi – Mitch McConnell e compagnia – fanno solo le cose che devono essere fatte in condizioni di estrema pressione politica, e mostrano ogni segno che silureranno sistematicamente l’economia una volta che il presidente eletto Joe Biden entrerà in carica.

Riguardo ai bravi ragazzi che sbagliano: la legge sugli aiuti finanziari cerca di fornire agli individui e alle famiglie un galleggiante economico durante la pandemia. Ma chi dovrebbe prendere quel galleggiante? Dovrebbe andare alla maggioranza della popolazione, come gli assegni da 1.200 dollari usciti in primavera ? O dovrebbe concentrarsi sul miglioramento delle indennità di disoccupazione per i milioni di lavoratori che, a causa della pandemia, hanno perso tutto il loro reddito?

Secondo il Washington Post, i senatori Bernie Sanders e Joe Manchin hanno tenuto una “accesa discussione” sulla questione mercoledì scorso durante una teleconferenza in cui Sanders ha difeso gli aiuti diffusi e Manchin ha sostenuto che migliorare i sussidi di disoccupazione è più cruciale.

Ebbene, sulla maggior parte delle questioni mi sento molto più vicino a Sanders che a Manchin, il democratico più conservatore al Senato. Ma in questo caso mi dispiace dire che Manchin ha ragione. La sofferenza economica causata dal coronavirus è stata distribuita in modo molto disomogeneo: una minoranza della forza lavoro è stata devastata, mentre chi ha potuto continuare a lavorare ha generalmente fatto relativamente bene. Salari e stipendi, in generale, si sono ripresi rapidamente.

Quindi, se l’importo dell’aiuto che può essere offerto è limitato, è più importante aiutare i disoccupati – e soprattutto sostenere tale aiuto ben oltre le 10 settimane che l’attuale accordo dovrebbe fornire – che inviare assegni a coloro che hanno potuto. continua a lavorare. Il miglior argomento che posso trovare per i pagamenti diffusi è politico: coloro che non hanno perso il lavoro nella pandemia potrebbero essere più disposti a sostenere gli aiuti finanziari a coloro che hanno perso il lavoro se anche loro ottengono qualcosa dall’accordo.

Ma perché l’importo dell’aiuto è limitato? I repubblicani sembrano disposti a scendere a compromessi perché temono che l’ostruzionismo aperto li danneggi nel secondo turno delle elezioni del Senato della Georgia. Ma sono determinati a mantenere la somma al di sotto di un trilione di dollari, da cui si parla di 900.000 milioni.

Tuttavia, quel limite di un trilione di dollari non ha alcun senso. Quanto spendiamo per gli aiuti di emergenza dovrebbe essere determinato dalla quantità di aiuti necessari, non dalla sensazione che un trilione sia una cifra spaventosa. Perché l’accessibilità non è un problema in questo momento. La funzione pubblica americana ha indebitato più di tre trilioni di dollari durante l’anno fiscale 2020 ; gli investitori sono stati molto disponibili a prestare quei soldi, a tassi di interesse molto bassi. In effetti, ultimamente, il tasso di interesse reale sul debito degli Stati Uniti – il tasso corretto per l’inflazione – è stato costantemente negativo, il che significa che il debito aggiuntivo non sarà nemmeno un enorme fardello in futuro.

E anche gli economisti che normalmente sono preoccupati per i deficit concordano sul fatto che, in caso di emergenza nazionale, va bene gestire grandi deficit. Se una pandemia che continua a tenere senza lavoro 10 milioni di lavoratori non è un’emergenza, non so cosa potrebbe essere.

Naturalmente, sappiamo cosa sta succedendo qui. Mentre i repubblicani hanno fatto il calcolo politico che dovrebbero versare un po ‘di soldi mentre il controllo del Senato rimane in dubbio, si stanno chiaramente preparando a invocare la paura dei deficit di bilancio come motivo per bloccare assolutamente qualsiasi cosa Biden propone quando per fine giuro la posizione.

Ni que decir tiene que el giro inminente del Partido Republicano a la obsesión por el déficit será completamente insincero. Los republicanos no tuvieron problema en aumentar el déficit durante los tres años de mandato de Trump anteriores a la pandemia; aprobaron tranquilamente una rebaja fiscal de 1,9 billones de dólares, que benefició principalmente a las multinacionales y a los ricos.

Ma il problema principale in questo caso non è l’ipocrisia. Ancora più importante, lesinare gli aiuti in nome della prudenza fiscale metterebbe milioni di americani in difficoltà enormi e inutili. Sono ottimista sulle prospettive di ripresa economica non appena avremo una vaccinazione diffusa. Ma ciò non accadrà fino al 2021 inoltrato, e anche una rapida ripresa richiederà mesi per riportarci a qualcosa come la piena occupazione. Raggiungere un accordo che fornisce prestazioni migliori solo per 10 settimane è come costruire un ponte che copre solo un quarto di un abisso.

E le ragioni per aumentare la spesa non porranno fine alla ripresa economica a breve termine. Continueremo ad aver bisogno di enormi investimenti in infrastrutture, assistenza all’infanzia, energia pulita e così via. I repubblicani cercheranno di fermare tutto questo, sostenendo che è perché sono preoccupati per il debito. Mentiranno e non dovremmo aver paura di dirlo.

Paul Krugman è un premio Nobel per l’economia. © The New York Times, 2020. Traduzione di News Clips