Banca svizzera: la torta viene ridistribuita

Finews.ch 22.12.20

Neo banche come Revolut, N26, Zak o Neon hanno portato movimento nel mercato bancario svizzero. Infine, si potrebbe dire. Perché i clienti ne trarranno vantaggio principalmente. finews.ch fornisce 7 tesi su questo.

1. La torta non diventerà più grande, ma verrà nuovamente divisa

La Basellandschaftliche Kantonalbank (BLKB)non sarà l’ultimo istituto svizzero a lanciare una nuova banca digitale. Anche UBS sarebbe ben preparata per un simile progetto, soprattutto perché Credit Suisse lo ha già fatto con il CSX . Le conseguenze di questi nuovi ingressi sul mercato si possono già vedere: la battaglia distributiva nel settore bancario svizzero si fa più dura, soprattutto se le banche cantonali stanno ora cercando di attirare clienti in tutta la Svizzera. Per i clienti, questo significa più diversità, servizio migliore, maggiore trasparenza e prezzi più bassi.

2. La cannibalizzazione della propria attività diventa socialmente accettabile

Come capo della Swiss Universal Bank, Thomas Gottstein , CEO di Credit Suisse, aveva pubblicato il motto: se la nuova banca digitale cannibalizza il tradizionale business dei CS, allora così sia. In altre parole: è meglio se un progetto digitale in-house consuma i guadagni della banca domestica che se lo fa una neo banca come Revolut o N26. Inoltre, progetti come CSX di CS, la prevista bancadella sostenibilità di BLKB o la banca privata Affluent Alpian rilasciano forze innovative che altrimenti sarebbero soffocate nelle strutture bancarie tradizionali. Questo è particolarmente vero quando il feedback dei clienti diventa una parte centrale della strategia di innovazione.

3. Affari di interesse: nessun futuro

Il rilancio svizzero delle banche digitali o dei servizi finanziari per smartphone rappresenta una verità scomoda: il settore bancario svizzero del futuro non sarà nel business degli interessi. La prova di ciò è il costante assottigliamento del margine di interesse e una fine imprevedibile dei tassi di interesse negativi. Il risultato: in futuro, il settore bancario offrirà meno “più delle stesse”, ma piuttosto offerte differenziate e specializzate che sono esattamente su misura per i singoli gruppi di clienti. Perché se la trasformazione delle scadenze non può più essere la fonte di reddito per le banche, devono espandere i loro modelli di business.

4. Una banca per ogni cliente

È più facile per i primi candidati sul mercato sviluppare un’identità. Se, d’altra parte, come si può osservare, un gran numero di nuovi prodotti viene lanciato in un tempo relativamente breve, diventa più difficile con la proposta di vendita unica. Soprattutto quando i servizi sono più o meno gli stessi.
In futuro, i fornitori si posizioneranno ancora più chiaramente – qualcosa che Swissquote ha praticato a lungo come banca per i trader. BLKB, ad esempio, sta cercando di posizionarsi come banca per investimenti sostenibili, ben sapendo che nessuno nel cantone di San Gallo ha mai aspettato una nuova banca statale. Le possibilità sono molte, soprattutto in collaborazione con un cosiddetto ecosistema. La Basilese, ad esempio, sta utilizzando molto attivamente questa idea con il suo ecosistema di casa e mobilità e un’offerta di digital banking si adatterebbe perfettamente.

5. Posizionare la guerra nel business delle carte

L’attività con i pagamenti , in particolare con le carte di credito, continua a essere redditizia per le banche. Inoltre, le transazioni di pagamento offrono un’interfaccia diretta al cliente. Un motivo sufficiente per difendere con veemenza l’azienda da concorrenti e intrusi. Questa guerra di posizione si sta attualmente spostando sempre più verso le app di pagamento digitale e offre un assaggio di ciò che le banche potrebbero sbocciare in altre aree come il prestito o la gestione patrimoniale.

6. Il mercato bancario interno si consoliderà

L’attività con i pagamenti , in particolare con le carte di credito, continua a essere redditizia per le banche. Inoltre, le transazioni di pagamento offrono un’interfaccia diretta al cliente. Un motivo sufficiente per difendere con veemenza l’azienda da concorrenti e intrusi. Questa guerra di posizione si sta attualmente spostando sempre più verso le app di pagamento digitale e offre un assaggio di ciò che le banche potrebbero sbocciare in altre aree come il prestito o la gestione patrimoniale.

6. Il mercato bancario interno si consoliderà

In tempi di tassi di interesse negativi, le banche sovvenzionano i risparmiatori anche se non pagano più gli interessi sui loro depositi. Di conseguenza gli interessi sui conti di risparmio tendono allo zero, mentre gli istituti si astengono temporaneamente dal trasferire gli interessi di mora ai piccoli risparmiatori. La corsa per nuove offerte digitali potrebbe significare che i tassi di interesse iniziano a salire come per magia: gli analisti dell’agenzia di rating Moody’s si aspettano che anche i tassi di interesse più elevati vengano utilizzati come richiamo nella competizione.