Cattolica chiede a Banco Bpm 500 milioni danni per jv – ( CASTAGNA LEGGI PRIMA I DOCUMENTI CHE HAI SOTTOSCRITTO – POI I MISSILI TERRA- ARIA TI TORNANO INDIETRO)

Affariitaliani.it 22.12.20

Cattolica chiede a Banco Bpm 500 milioni di danni per l’esercizio dell’opzione all’acquisto del 65% detenuto dalla compagnia nella joint-venture bancassicurativa Vera Vita e Vera Assicurazioni e contesta il diritto di farlo in base al supposto cambio di controllo legato all’ingresso di Generali nel capitale. “E’ peraltro curioso che voi definiate fin d’ora Assicurazioni Generali come ‘azionista di maggioranza’, tenuto conto che Cattolica e’ societa’ cooperativa”, si legge in una lettera di diffida inviata da Cattolica a Banco Bpm.