Italy Is the Darling of the Bond World per il 2021 – Commerzbank, JPMorgan vedono l’Italia spread sotto i 100 punti baseL’Italia sarà tra i maggiori beneficiari del fondo di recupero dell’UE

Di e 23 dicembre 2020, 06:00 CETAggiornato il 23 dicembre 2020, 09:56 CET Bloomberg.com

Mentre gli strateghi obbligazionari europei definiscono i loro migliori scambi per il 2021, un tema popolare supera il resto: caricare il debito a lungo termine dell’Italia.

Commerzbank AG, JPMorgan Chase & Co., HSBC Holdings Plc e UBS Group AG mirano a un calo continuo del premio di rendimento a 10 anni dell’Italia rispetto ai bund, mentre Deutsche Bank AG preferisce il posizionamento per una curva obbligazionaria più piatta rispetto al suo equivalente tedesco. Robeco Institutional Asset Management sta optando per i titoli di 50 anni del paese.null

Le obbligazioni italiane pagano i rendimenti investment-grade più elevati dell’area dell’euro e il loro fascino è reso più brillante dall’esaurirsi dei rendimenti del reddito fisso nei mercati sviluppati: più di un quarto del debito mondiale ora produce meno dello 0%. Anche i tassi di altre nazioni europee periferiche come il Portogallo e la Spagna sono diventati negativi, con la diminuzione dei rendimenti del debito che costringe alcuni investitori a reddito fisso a cercare prospettive migliori in altri asset, come le valute.

Gli asset italiani sono stati il punto critico per il rischio finanziario europeo negli ultimi anni a causa della traballante politica interna. L’attuale ondata di ottimismo degli investitori verso il debito è vista come un voto di fiducia per la stessa area dell’euro. La fiducia globale nell’unione monetaria ha avuto un forte impulso quest’anno dopo che i paesi membri hanno superato le differenze per un rivoluzionario piano fiscale congiunto per finanziare la ripresa economica dalla crisi del coronavirus.

L’Italia è già il mercato del debito più performante della zona euro quest’anno, con rendimenti che hanno toccato minimi storici, beneficiando del sostegno del programma pandemico di acquisto di attività pandemiche di 1,85 trilioni di euro (2,3 trilioni di dollari) della Banca Centrale Europea. La nazione sarà anche uno dei principali beneficiari del fondo di recupero proposto dall’Unione europea.

E poiché i nuovi ceppi del coronavirus a diffusione più rapida alimentano una fuga di capitali da attività più rischiose e riducono i rendimenti nei mercati del debito più quotati come gli Stati Uniti e la Germania, i tassi italiani sono ancora più allettanti in confronto, secondo l’analista di Futures First Rishi Mishra. L’elevata preoccupazione per i virus aumenta anche la prospettiva di ulteriori stimoli della BCE, che supportano i mercati della nazione mediterranea.

“Dal punto di vista italiano, il quadro è chiaro: se si vede un deterioramento della situazione in termini di Covid, allora ciò dà origine alla speculazione che la BCE ha ulteriore lavoro da fare, a sostegno del debito periferico”, ha detto Richard McGuire, responsabile della strategia dei tassi di Rabobank. “E se una ripresa post-vaccino sembra più sicura, allora questo dovrebbe sostenere un fondamentale ottimismo e una maggiore propensione al rischio, che suggerisce anche di acquistare” il debito dell’Italia, ha detto.

La BCE ha ampliato il suo Pandemic Emergency Purchase Programme, o PEPP, di 500 miliardi di euro questo mese, aumentando la prospettiva di sostegno al debito italiano.

Le obbligazioni della nazione hanno reso l’8% quest’anno, il massimo in Europa e più del doppio di quello della Germania, secondo gli indici Bloomberg Barclays. I rendimenti del debito decennale della nazione mediterranea hanno raggiunto il minimo storico dello 0,507% la scorsa settimana, rispetto a un massimo del 2,99% a marzo, quando l’inizio della pandemia di coronavirus ha agitato i mercati globali. Il premio sulle obbligazioni rispetto ai bund tedeschi si è ridotto di 45 punti base quest’anno a 115.

“Lo Spread”

Posizionarsi per un calo del premio di rendimento decennale italiano rispetto ai bund tedeschi è probabilmente l’operazione più favorita per il 2021 tra gli strateghi del reddito fisso.

Commerzbank chiede ora che lo spread – un indicatore di rischio europeo chiave noto come “lo spread” – si riduca a 75 punti base.

Gli strateghi di JPMorgan e ABN Amro Bank NV prevedono che lo spread italiano scenderà a 80 punti base l’anno prossimo, mentre Chris Attfield di HSBC punta a un passaggio a 100 punti base. Mishra di Futures First vede il divario ridursi a 90 punti base.

Commerzbank è il più rialzista sullo spread, chiamandolo a restringersi a 75 punti base, un livello visto l’ultima volta quasi 11 anni fa.

“L’inasprimento per l’Italia è giustificato”, ha detto Jolien van den Ende, stratega di ABN Amro, citando il ruolo svolto dalla BCE nel mantenere bassi i tassi e i costi del servizio del debito. “Questo rende il livello del debito sostenibile a un livello molto alto, in combinazione con una ricerca di rendimento.”

Lungo, più lungo, più lungo

Altri stanno giocando apertamente sul debito della nazione. Secondo Martin van Vliet, stratega di Robeco Institutional, le obbligazioni italiane con scadenza più lunga – con scadenza nel 2067 – offrono i tassi più alti dell’area dell’euro e acquistarle è il massimo rendimento della regione.

Anche vicino al minimo storico, il tasso dell’1,73% sulla nota è circa il quadruplo di quello dei suoi pari francesi e delle obbligazioni del secolo dell’Austria.

Sebbene il suo termine di scadenza sia troppo lungo per essere incluso nel mandato di acquisto di obbligazioni della BCE, “offre fascino nelle circostanze attuali” caratterizzato da rendimenti estremamente bassi, ha detto Van Vliet. L’obbligazione è anche meno vulnerabile alla volatilità stimolata dai cambiamenti nella propensione al rischio a causa del suo periodo di maturità, ha aggiunto.

Jens Peter Sorensen, capo analista di Danske Bank A / S, investirebbe i suoi soldi nell’acquisto del debito trentennale dell’Italia, dato il suo rendimento relativamente alto, il sostegno del programma di acquisto di obbligazioni della BCE e il fondo di recupero dell’UE. La stabilità politica a Roma si aggiunge anche all’appello dei titoli, ha detto.

Curve di lancio

Gli analisti di Deutsche Bank AG raccomandano un posizionamento per l’appiattimento della curva dei rendimenti italiana rispetto alla sua controparte tedesca.

Suggeriscono di acquistare le obbligazioni trentennali della nazione, che pagano il tasso più alto per il tenore tra i mercati sviluppati, e di vendere note di 10 anni entrando contemporaneamente in una posizione opposta nel debito tedesco – vendendo bund trentennali e acquistando quelli di dieci anni .