Rivoluzione del palazzo in UBS-VR contro Axel WeberIl presidente ha perso la fiducia nell’organismo di vigilanza dopo che le informazioni sul CEO Hamers sono arrivate alla stampa direttamente dal consiglio.

Insideparadeplatz.ch 23.12.20

Axel Weber, 63 anni, vacilla. Il tedesco, che presiede UBS dal 2012, non è più supportato dalla maggioranza dei suoi colleghi del Consiglio di amministrazione.

Questo dopo che le informazioni sull’impiego di Ralph Hamers come amministratore delegato e sulla sua possibile azione penale da parte delle autorità criminali olandesi sono state rese pubbliche.null

Domenica 10 giorni fa , la SonntagsZeitung ha pubblicato dettagli segreti su come Weber ha scelto Hamers come nuovo CEO di UBS nonostante la sua eredità.

Il quotidiano ha parlato di una “società di consulenza olandese” che aveva esaminato le accuse contro Hamers per conto del cacciatore di teste svizzero Egon Zehnder.

Nel consiglio di amministrazione si teme ora che “il caso Hamers possa diventare un problema per il presidente del consiglio di amministrazione Axel Weber”.

Questo passaggio non indica Weber come fonte del foglio. Ma gli altri membri del consiglio non sono sicuri.

Weber at Rowing ( UBS )

“Fanno domande su come tali intimas siano diventate pubbliche”, dice una fonte. “La ricerca della perdita è in pieno svolgimento”.

La pressione su Weber aumenta ogni giorno. Bloomberg ha riferito ieri che il presidente di UBS Weber avrebbe discusso con i membri del consiglio “quanto l’indagine penale avrebbe influenzato l’olandese Hamers nel suo lavoro di amministratore delegato”.

Quello che suona come un problema per Hamers lo è in realtà per Axel Weber. Il teorico, che una volta era a capo della Bundesbank e detiene il titolo di professore, sta combattendo per la sua sopravvivenza come capitano dell’UBS.

Perché, secondo la fonte, Hamers aveva messo le carte apertamente sul tavolo prima di essere assunto. Non ha nascosto nulla sul suo caso in tribunale.

Si tratta di un azionista dell’olandese ING, di cui Hamers era amministratore delegato e sotto la cui guida la banca ha dovuto pagare una pesante multa per riciclaggio di denaro.

Il querelante ha chiesto che anche Hamers si recasse personalmente alla cassa. Un tribunale ha stabilito che aveva ragione e ha ordinato agli investigatori criminali di indagare su Hamers.

“Hamers può rimanere amministratore delegato perché non ha incontrato nulla di nuovo”, dice l’insider.

Il caso è diverso con Weber. “Ancora non si accorge di quanto l’umore della realtà virtuale si sia rivoltato contro di lui”.

Secondo l’informatore, Weber ha giocato con carte nascoste, esattamente l’opposto di Hamers.

Non ha apertamente informato i suoi colleghi del CdA sul rischio che la banca si stava assumendo con Hamers.

A settembre, poco dopo che Hamers ha iniziato a lavorare in UBS, è stato annunciato che Weber avrebbe voluto fondere CS con UBS, sotto la sua guida.

Weber aveva già installato un progetto chiamato “Signal” per questo scopo.

L’annuncio prematuro dei piani di “acquisizione” di Weber ha danneggiato UBS. Ora c’è il gioco del nascondino intorno all’assunzione di Hamers.

Weber interferisce anche con il lato operativo. Si dice che sia dietro l’annuncio anticipato nella rivista manageriale tedesca di Sabine Keller-Busse come successore di Axel Lehmann come capo della Svizzera.

La storia di Bloomberg di ieri intitolata “Il consiglio di amministrazione di UBS misura il fallimento di ING Laundering Probe sul nuovo CEO” potrebbe indicare che le cose stanno diventando difficili per Weber.

Anche quando Weber è salito al trono presidenziale, gli eventi sono continuati. A quel tempo Kaspar Villiger, l’ex consigliere federale, avrebbe dovuto restare presidente per un anno in più.

Ma poiché il CEO Oswald Grübel si è dimesso nell’autunno 2011 dopo una perdita di 2 miliardi di dollari in derivati ​​a Londra e nessun altro era presente oltre al “novizio” Sergio Ermotti, Villiger è diventato un problema.

Alla fine, il Consiglio di amministrazione ha deciso che Axel Weber avrebbe iniziato come presidente di UBS un anno prima e che Villiger avrebbe potuto lasciare la nave dopo soli 3 anni.

Weber deve ora affrontare un destino simile: partenza anticipata da capitano della superpetroliera.