Gli speculatori petroliferi hanno guadagnato 491 milioni di sterline in un giorno

Blick.ch 27.12.20

Il suo naso dorato la rendeva ricca e sporca. Ma ora gli speculatori petroliferi dell’Essex, in Gran Bretagna, devono essere preparati ai guai. Per presunta manipolazione del mercato rischiano fino a dieci anni di carcere negli Stati Uniti.

Quando il mondo è stato bloccato ad aprile, hanno fatto gli affari delle loro vite. Ma ora gli Essex Traders, un gruppo di uomini d’affari dell’omonima contea britannica, minacciano di pagare a caro prezzo il loro successo. Secondo il ” Daily Mail” minacciato di una lunga pena detentiva.

Equipaggiato solo con pochi computer e auricolari, il colorato mazzo, tra cui due sotto i 30 anni e un ex cassiere di un supermercato, scommette in borsa su larga scala. Poi succede: con il crollo storicamente unico della domanda di petrolio, i prezzi scuotono la cantina. E poiché presto non ci sarà più capacità di archiviazione in qualsiasi parte del mondo, i fornitori pagano i loro clienti per acquistare l’oro nero. Per la prima volta in assoluto, il prezzo del petrolio è scivolato in territorio negativo!

Mezzo miliardo in una notte

Questo è esattamente ciò su cui scommettono i ragazzi dell’Essex. Nei giorni precedenti, hai acquistato contratti futures in massa, quindi ti sei impegnato ad acquistare petrolio in anticipo. Ed è esattamente quello che stanno facendo il grande affare. In poche ore, i lavoratori una volta semplici sono più pesanti di 491 milioni di sterline.

Il pieno successo degli speculatori del mercato azionario fino ad allora completamente sconosciuti chiama presto persone invidiose sulla scena. Una società di commercio di monete californiano presenta una denuncia per manipolazione del mercato. L’accusa: si dice che gli uomini abbiano manipolato il mercato a loro favore. Secondo gli esperti, se condannati rischiano fino a dieci anni di carcere o una multa di milioni.

All’inizio gli Essex Traders non devono preoccuparsi seriamente. Non ci sono prove reali di una manipolazione su larga scala. Secondo un insider del settore, il vero motivo è diverso: “Se BP o Goldman Sachs avessero fatto i soldi, nessuno avrebbe nemmeno battuto ciglio. Ma con un gruppo di ragazzi della classe operaia, la gente dice che è una truffa “. (ste)