Si scopre che le aziende svizzere vengono mangiate dagli stranieriSecondo gli esperti della banca d’investimento statunitense JP Morgan, le società svizzere saranno sempre più acquisite da stranieri nel 2021. Soprattutto, le aziende la cui attività non va bene vorrebbero crescere. Uno sviluppo pericoloso.

Blick.xch 29.12.20

Dopo un crollo nell’anno in corso, la banca d’investimento statunitense JP Morgan prevede un numero significativamente maggiore di acquisizioni di società in Svizzera nel 2021. “Alla fine dell’anno era raramente così impegnato come adesso”, ha detto il capo della Svizzera Nick Bossart in un’intervista con l’agenzia di stampa Reuters.

“Prevediamo un forte aumento dei volumi di M&A in Svizzera nel 2021”. Diverse aziende stanno lavorando ad accordi con i quali vogliono mettere la loro attività su una nuova base. “Aziende più piccole, ma anche molto grandi, stanno attualmente guidando transazioni così trasformative. Non ci sono quasi settori in cui non funziona nulla “. JP Morgan è uno dei principali consulenti del settore.

L’attività è aumentata notevolmente

La crisi della corona ha portato alla sospensione improvvisa di molti progetti di fusione e acquisizione da metà marzo all’inizio di maggio, ha detto il banchiere. Secondo il fornitore di dati Dealogic, il numero di acquisizioni con partecipazione svizzera è sceso a 401 da 522 dell’anno precedente entro la fine di novembre. Poiché non sono state effettuate transazioni importanti, il volume è diminuito di oltre il 60 percento.

“Nel frattempo, l’attività è ripresa”, ha detto Bossart. I fattori di incertezza sono passati in secondo piano. Grazie alle vaccinazioni si vede la luce alla fine del tunnel Covid. Tuttavia, è probabile che la pressione sui costi aumenti per molte aziende. Potrebbero prendere contromisure con fusioni nel loro mercato interno. Con Covid-19, tuttavia, l’importanza della digitalizzazione è salita alle stelle. “Molte aziende dovranno rafforzarsi qui”, ha detto Bossart.

“Se non cresci, compri”

La differenza di valutazione tra società in rapida crescita e società piuttosto stagnanti non è stata quasi mai così grande come lo è oggi. “Questo darà una spinta al mercato M&A. Coloro che crescono troppo poco con l’attività esistente stanno acquistando “. Infine, molti potenziali acquirenti come le società di private equity avrebbero casse di guerra piene . Inoltre, ci sono i cosiddetti Spacs (Special Purpose Acquisition Vehicles).

Raccolgono soldi con un’IPO e solo dopo vanno alla ricerca di un’azienda che possono acquistare con i proventi. Negli Stati Uniti gli affari con tali giacche aziendali vuote sono in forte espansione. Ad esempio, la rivista maschile “Playboy” vuole tornare in borsa dalla porta di servizio.

Destinazioni in Svizzera

La US Spacss aveva già cercato obiettivi nel proprio mercato, ha spiegato Bossart. “Tali Spac cercano destinazioni anche in Svizzera”. Le divisioni che vogliono vendere grandi aziende sono di possibile interesse. Allo stesso tempo, le banche hanno esaminato insieme a uomini d’affari per portare loro stessi una Spac in borsa svizzera. “Questo è nell’agenda di molte persone per il 2021”.

Ci sono ostacoli tecnici. Un’azienda che vuole entrare a far parte di SIX deve presentare i dati finanziari degli ultimi tre anni. Uno Spac non poteva farlo. “Ma presumo che si troveranno soluzioni”. (pbe / SDA)