I “passaporti” dei vaccini potrebbero essere obbligatori per i viaggi, lo shopping e persino i film, afferma la CNN

zerohedge.con 30.12.20

Il vaccino Covid-19 non è ancora nelle mani della maggior parte degli americani e la CNN sta già preparando le masse all’idea di un “passaporto vaccinale”, che si dice potrebbe essere necessario per viaggiare, e persino “fare acquisti e andare al film di nuovo “. 

“Per svolgere queste attività, potresti aver bisogno di qualcosa in aggiunta al vaccino: una domanda di passaporto vaccinale”, proclama con orgoglio un articolo di questa settimana. “State tranquilli, ci sono i nerd”, scrive scherzosamente la CNN, sperando forse di distrarre i lettori dall’idea di  globalizzazione autoritaria con uno scherzo o due. 

L’articolo rileva che diverse aziende tecnologiche hanno iniziato a sviluppare app per caricare i dettagli delle vaccinazioni, come se i giganti della tecnologia non avessero abbastanza dei tuoi dati o abbastanza informazioni su di te. Queste società potrebbero chiederti di mostrare le tue “credenziali” in “sedi di concerti, stadi, cinema, uffici o persino paesi”.

Ma non preoccuparti, osserva l’articolo, il Common Trust Network, “un’iniziativa dell’organizzazione no profit con sede a Ginevra The Commons Project e del World Economic Forum” ha collaborato con diverse compagnie aeree per aiutare con il progetto. La loro app ti consente di caricare dati medici che genereranno un codice QR per il viaggio. Perché niente dice “sicuro” come  il World Economic Forum  che ha accesso alle tue cartelle cliniche. 

Thomas Crampton, chief marketing and communication officer per The Commons Project, ha dichiarato: “Puoi essere sottoposto a test ogni volta che attraversi un confine. Non puoi essere vaccinato ogni volta che attraversi un confine”.

IBM, forse annoiata e alla ricerca di qualcosa in cui impegnarsi oltre che giocare la sua aliquota fiscale effettiva annuale e riacquistare azioni, ha anche sviluppato una propria app chiamata “Digital Health Pass”. Ti consente di conservare le tue credenziali in un portafoglio mobile.

Jenny Wanger, che guida le iniziative di notifica di esposizione per la Linux Foundation Public Health, ha riferito alla CNN delle sfide all’inizio del coordinamento di una risposta di notifica digitale al Covid-19: “Penso che il punto in cui la notifica di esposizione ha incontrato alcune sfide fosse più delle scelte di implementazione frammentarie, mancanza di leadership federale … dove ogni stato doveva andare da solo e quindi ogni stato doveva capirlo in modo indipendente “.

La Linux Foundation ha anche collaborato con IBM e CommonPass per aiutare a sviluppare “standard universali” per un’app per i vaccini. 

Brian Behlendorf, direttore esecutivo della Linux Foundation, ha dichiarato: “Se abbiamo successo, dovresti essere in grado di dire: ho un certificato di vaccino sul mio telefono che ho ricevuto quando sono stato vaccinato in un paese, con un intero set del suo tipo di pratiche di gestione della salute … che uso per prendere un aereo per un paese completamente diverso e poi ho presentato in quel nuovo paese una credenziale per la vaccinazione in modo da poter andare a quel concerto che stava accadendo al chiuso per il quale la limitato a coloro che hanno dimostrato di aver ricevuto il vaccino “.

Ha concluso: “Dovrebbe essere interoperabile nello stesso modo in cui è interoperabile la posta elettronica, allo stesso modo in cui è interoperabile il Web. In questo momento, ci troviamo in una situazione in cui ci sono alcune parti in movimento che ci avvicinano a questo, ma penso c’è un impegno sincero da parte di tutti nel settore “.

“Un punto di ingresso – che si tratti di un confine, sia che si tratti di un luogo – vorrà sapere, hai preso il vaccino Pfizer, hai preso il vaccino russo, hai preso il vaccino cinese, in modo che possano prendere una decisione di conseguenza “, ha concluso Crampton.

E siamo sicuri che la prima linea per aiutare a fare pressione per queste nuove regole draconiane sarà simile a questa: