L’abbuffata di obbligazioni europee da trilioni di euro va avanti con l’Italia e l’Irlanda

Di 5 gennaio 2021, 06:00 CET bloomberg.com

  • Nazioni che vendono debito mentre i governi finanziano il recupero del virus
  • L’accordo sulla Brexit potrebbe aiutare a stimolare la domanda per il debito irlandese

L’Italia e l’Irlanda stanno cercando di sfruttare il vivace appetito degli investitori per il debito pubblico nell’area dell’euro con le prime importanti vendite di obbligazioni del blocco dell’anno.

L’Irlanda dovrebbe offrire un debito sindacato di 10 anni martedì dopo aver incaricato le banche di raccogliere tra 3 miliardi di euro ($ 3,69 miliardi) e 4 miliardi di euro, secondo una persona a conoscenza della questione che ha chiesto di non essere nominata. Roma si sta preparando per un’offerta di riferimento di 15 anni .

Secondo ING Groep NV, quest’anno i governi dell’area dell’euro raccoglieranno oltre 1 trilione di euro di debito per combattere le ricadute economiche della pandemia. Grazie al programma di acquisto di obbligazioni della Banca Centrale Europea, la domanda compenserà più che l’offerta extra e continuerà a sostenere un impetuoso rally che ha spinto i costi di prestito ai minimi storici.

Lunedì i rendimenti decennali irlandesi hanno toccato il minimo storico di meno 0,34%, mentre i titoli italiani equivalenti sono scesi a uno 0,51% senza precedenti a dicembre. Il rally delle obbligazioni arriva tra i timori che la diffusione del coronavirus ostacolerà la ripresa economica prima che i vaccini vengano distribuiti a una percentuale significativa della popolazione.

Allo stesso tempo, un accordo commerciale dell’ultimo minuto tra il Regno Unito e l’Unione Europea, siglato alla fine di dicembre, ha eliminato il rischio di una Brexit disordinata, una delle principali fonti di incertezza per le economie della regione.

La Slovenia ha anche incaricato le banche di vendere obbligazioni per 10 anni e di toccare un titolo 2050 lunedì.