Moda: Tiffany torna a crescere durante le feste (+2%) (MFF)

Fonte: MF Dow Jones (Italiano)

Tiffany torna a brillare in occasione del Natale. Il gioielliere Usa ha presentato i risultati preliminari di vendita per la holiday season, dal 1° novembre 2020 al 31 dicembre 2020, che evidenziano un fatturato netto in aumento del 2% rispetto allo stesso periodo del 2019. Un incasso record, scrive Mff, per qualsiasi periodo festivo nella storia della società 

“Nel mezzo di una pandemia i risultati per il periodo festivo, che seguono un forte terzo trimestre, riflettono il successo della convergenza delle nostre strategie di vendita pluriennale rispetto alla Cina continentale, più del 50% di aumento rispetto all’anno precedente, l’e-commerce, in aumento di oltre l’80% rispetto all’anno precedente, la crescita del prezzo medio unitario nel retail, e l’accelerazione dell’innovazione nel prodotto”, ha commentato Alessandro Bogliolo, amministratore delegato di Tiffany. “Durante questo periodo, abbiamo visto il mercato cinese continuare a guidare la nostra crescita, mentre alcuni altri mercati dell’Asia hanno sostenuto il trend con un aumento di circa il 20% per la regione”, ha continuato il manager. 

“Siamo lieti di vedere che il positivo slancio delle vendite del terzo trimestre è proseguito anche nel periodo delle vacanze per l’America e il Giappone, con quest’ultimo in aumento di circa l’8% rispetto all’anno precedente”. Bogliolo ha infine aggiunto: “Quest’anno ha certamente messo alla prova le strategie aziendali, definite nel 2017 per rafforzare il marchio e vincere nel mercato globale altamente competitivo per la categoria gioielli di lusso. Mi meraviglio della dedizione, dell’agilità e della resistenza di tutti coloro che in Tiffany ci hanno aiutato a chiudere l’anno in una posizione così forte e voglio ringraziare ognuno di loro per la loro eccezionale attenzione, abilità e professionalità”. 

Il 2020 si è rivelato dunque un’anno positivo per Tiffany e il 2021 segnerà un passo importante nella sua storia. Domani, 7 gennaio, verrà portata a termine l’acquisizione da 15,9 miliardi di dollari (pari a 12,9 miliardi di euro al cambio di oggi) da parte Lvmh, il colosso francese di Bernard Arnault, mettendo fine a una querelle protrattasi per oltre un anno. 

lde 

fine 

MF-DJ NEWS 

0708:47 gen 2021 

(END) Dow Jones Newswires

January 07, 2021 02:50 ET (07:50 GMT)