Finanza: piano Euronext per Borsa spa (MF)

Fonte: MF Dow Jones (Italiano)

La settimana prossima, fra il 12 e il 13 gennaio, la Camera discuterà le tre mozioni sulla cessione di Borsa spa da parte del London Stock Exchange (Lse), quella della maggioranza che vede primo firmatario Davide Zanichelli e due della minoranza (la Lega con Giulio Centemero e Fdi con Giorgia Meloni). 

Il 21 gennaio l’Antitrust Ue dovrebbe dare il via libera all’operazione. Permettere quindi a Lse di acquisire Refinitiv, la banca data concorrente di Bloomberg, in modo che poi Londra renda effettiva la vendita di Borsa alla cordata Euronext-Cdp-Intesa Sanpaolo. Solo a partire da quel momento Euronext potrà lavorare sull’integrazione. Dal via libera in poi anche la Consob sarà chiamata a esprimere la sua opinione sul nuovo gruppo e sulla sua governance, dal momento che l’asset italiano è stato definito strategico per il Paese.A Piazza Affari e fra le forze politiche, soprattutto in seno all’opposizione, ci si interroga su che cosa accadrà quando la confederazione dei listini, guidata dall’ad Stéphane Boujnah, metterà piede a Milano. 

Secondo quanto ha potuto ricostruire MF-Milano Finanza da fonti di mercato, ci vorranno almeno 18 mesi prima che l’Italia venga inserita nella piattaforma del gruppo. Nel frattempo Sia (fusa con Nexi) continuerà ad occuparsi di Mts e dei Btp, mentre Millennium (parte di Lse) dell’equity in via transitoria. Le società italiane che volessero essere scambiate anche su altri listini, come quello di Parigi, potranno farlo subito, ma non in un single order book, un’unica immissione di ordine che valga su più piazze. Euronext continuerà nel frattempo a investire nella piattaforma tecnologica, messa alla prova da un numero sempre maggiore di strumenti quotati. 

fch 

(END) Dow Jones Newswires

January 08, 2021 02:05 ET (07:05 GMT)