Come la pandemia della “morte nera” ha rimodellato l’economia feudale dell’Europa

Di e 9 gennaio 2021, 19:50 CET Bloomberg.com

  • L’adozione di nuove tecnologie come la macchina da stampa è stata accelerata
  • La domanda repressa alimenta l’era dell’arte rinascimentale, afferma lo storico Wyman
Molte persone colpite dalla peste.  (Foto di Photo12 / UIG / Getty Images)
Molte persone colpite dalla peste. (Foto di Photo12 / UIG / Getty Images) Fonte: Universal Images Group / Getty Images

L’introduzione di un efficace vaccino Covid-19 significa che la luce alla fine del tunnel potrebbe essere in vista. Ma è difficile sapere cosa ha in serbo il periodo post-crisi. Cosa significherà per l’economia? Come sarà cambiata la società? Nessuno sa. Tuttavia, possiamo parlare di storia. 

In un recente episodio del podcast “Odd Lots”, abbiamo parlato con Patrick Wyman, l’ospite del podcast “Tides of History”, per discutere della peste nera nel 1300 e delle ramificazioni viste in seguito. Ovviamente, la pandemia di Covid-19 non è neanche lontanamente mortale come la peste nera, che ha ucciso milioni di persone in tutta Europa. Tuttavia, è stata una rottura storica per la vita di tutti i giorni, cose del genere che non abbiamo visto nella maggior parte delle nostre vite.

Allora cosa ha provocato la peste? Per prima cosa, una massiccia carenza di manodopera e il crollo dell’economia feudale, che era già in declino. Di seguito sono riportate alcune citazioni parzialmente modificate di Wyman dalla nostra discussione:

“L’idea, la narrativa di base della peste nera, è che rende quel sistema meno sostenibile perché queste persone un tempo asservite, precedentemente semi-libere ora non devono fare quel servizio lavorativo. Possono semplicemente scappare; possono andare da qualche altra parte. Possono andare in una città, possono trovare un lavoro lavorando in un mestiere, qualcosa del genere. Quindi questo è un po ‘i grandi cambiamenti a lungo termine di cui si parla con la peste nera e il suo impatto sull’economia europea. La peste nera arriva alla fine di quella che chiamiamo rivoluzione commerciale. Quindi il periodo di due secoli che ha portato alla stagione della peste nera, enorme espansione dell’economia europea “.

“È il periodo in cui la maggior parte degli strumenti con cui abbiamo familiarità definiscono un’economia avanzata. Cose come l’accesso diffuso al credito. Alti livelli di commercio internazionale … Commercianti in grado di fare affari su lunghe distanze. La chiave è il momento in cui queste cose in tutta Europa entrano in gioco. Ora, la ragione di ciò è fondamentalmente demografica, che questo è un periodo in cui il clima è davvero buono, i raccolti sono buoni. Quindi c’è un boom demografico, c’è nuova terra sgomberata. La nuova terra viene coltivata. Questi signori sono in grado di estrarre molte quote di lavoro e rendite dai loro inquilini perché ci sono molti inquilini e non c’è molta terra. Quindi, se controlli la terra, puoi ottenere molto da essa. “

“Ora, nel momento in cui la peste nera arriva a metà del XIV secolo, quell’espansione è finita. L’economia ha raggiunto il picco. È già un po ‘in declino quando la peste colpisce. Quindi le più grandi aziende in Europa, prima della Peste Nera, quelle che vengono chiamate le super società, queste che hanno principalmente sede a Firenze e sono coinvolte in tutta una serie di attività in tutto il continente, le super società sono già fallite dalla volta che colpisce la Morte Nera. Quindi l’economia è già nei guai quando la peste nera colpisce, e poi si ottiene questa enorme ondata di morte di massa “.

“Oltre a ridefinire il rapporto tra signori e lavoratori, il periodo post-peste ha anche catalizzato una serie di moderne tecnologie”.

“Penso che la carenza di manodopera che ne deriva, il tipo di libertà aggiuntiva che hanno i lavoratori. Incoraggia cose come una maggiore enfasi sulle tecnologie per il risparmio di manodopera. Quindi non penso che esista un mondo in cui hai la stampa senza la peste nera, perché è una tecnologia che fa risparmiare lavoro. Non solo nel senso che hai il tentativo di risparmiare manodopera su questo, ma anche i meccanismi finanziari che ti consentono di finanziare lo sviluppo di una macchina da stampa “.

“Non solo la tecnologia e il rapporto capitale-lavoro sono cambiati, ma abbiamo anche assistito a un’esplosione di consumi, poiché le persone sono state liberate dopo molti anni di terrore”.

“C’è stata un’enorme esplosione di consumo dopo la morte nera, un’enorme esplosione. Quindi c’è molta ansia, specialmente tra gli uomini di chiesa nella seconda metà del XIV secolo per tutto il consumo cospicuo che le persone stanno facendo. Quindi in parte è una domanda repressa, ma in parte anche molte persone sono morte. Ci sono molte eredità, quindi arrivano un sacco di soldi a persone che potrebbero non aver avuto tanti soldi da spendere prima che improvvisamente dicono, ‘Se potessi morire di peste la prossima settimana … questa straordinaria opera d’arte. ” Come se ci fosse una buona ragione per pensare che quel tipo di fiorente arte del primo Rinascimento, la richiesta provenisse da una domanda repressa. È venuto da persone che dicevano, ‘OK, abbiamo tutte queste risorse, spendiamole in qualcosa.