Gli edifici trasformativi destinati a plasmare il mondo nel 2021

/ Marcel van der Burg edition.cnn.com 1.1.21

Gli edifici trasformativi destinati a plasmare il mondo nel 2021Scritto da Oscar Holland, CNNLa pandemia potrebbe aver interrotto i lavori sui progetti in tutto il mondo, ma il prossimo anno è comunque destinato ad accogliere un’entusiasmante serie di nuovi edifici. Commissionate e progettate anni fa, è improbabile che queste strutture riflettano le nuove priorità di progettazione che emergeranno dal Covid-19. Tuttavia, sono molto in linea con lo spirito civicamente generoso e sostenibile della migliore architettura contemporanea del mondo . Dai musei ai luoghi delle arti dello spettacolo, questi sono gli edifici più attesi di CNN Style che apriranno o completeranno nel 2021. 

Biblioteca di Far Rockaway, New York

SnøhettaQuesta straordinaria biblioteca pubblica nel quartiere di Far Rockaway nel Queens, New York, sostituirà una piccola ma popolare biblioteca precedentemente nello stesso sito. Ma a 20.000 piedi quadrati, la nuova struttura raddoppia le dimensioni dello spazio fornito alla comunità. La luce entrerà attraverso un triangolo di vetro all’ingresso, così come attraverso il sorprendente guscio traslucido. Secondo gli architetti del progetto Snøhetta , la ditta norvegese dietro il rivoluzionario ristorante subacqueo Under, la tonalità dorata dell’edificio riflette il colore del cielo di Long Island.

Taipei Performing Arts Center, Taipei 

OMA / Chris StowersOtto anni dopo l’inizio della costruzione, l’inconfondibile Taipei Performing Arts Center sarà finalmente completato entro la metà del 2021. Con un costo stimato di 5,4 miliardi di dollari di Nuova Taiwan (circa 192 milioni di dollari), l’edificio accattivante – con il suo pianeta- come una sfera che sporge da un lato – servirà senza dubbio come punto di riferimento contemporaneo per la capitale taiwanese.Ma non è solo l’esterno che incuriosisce. Sperando di ribaltare le norme di progettazione dei luoghi – o il loro “funzionamento interno conservativo” come afferma lo studio di architettura OMA – lo schema presenta tre teatri che operano in modo indipendente ma “collegati” in un cubo centrale, dove è possibile configurare un’area flessibile dietro le quinte per servirli tutti.

Aquarela, Quito 

Jean Nouvel / Ateliers Jean Nouvel / Alberto Medem / Humboldt Arquitectos SLA più di 10 anni dalla vittoria del Pritzker Prize, il cosiddetto Nobel dell’architettura, l’architetto francese Jean Nouvel continua a stupire. Tra i suoi ultimi progetti c’è Aquarela, un complesso residenziale di 650 unità nel quartiere Cumbaya della capitale dell’Ecuador, Quito.Sebbene composto da diverse strutture separate a nove piani, una serie di lunghi balconi si avvolgono e tra di loro per dare al progetto una qualità monolitica. Il rivestimento in pietra, le persiane in legno e il verde esterno hanno lo scopo di aiutare l’edificio a riflettere e ad assimilarsi alla topografia verdeggiante e montuosa della regione, offrendo ai residenti un legame tangibile con la natura. La fase 1 dovrebbe essere completata all’inizio del 2021, anche se la seconda fase potrebbe ancora estendersi al 2022, secondo la società di Nouvel. 

Hotel Green Solution House (GSH), Rønne 

3XN / GXNLa Danimarca accoglierà presto quello che viene descritto come il suo primo hotel positivo per il clima, il che significa che l’edificio è progettato per risparmiare più carbonio di quanto emette nel corso della sua vita. La struttura, che funge da nuova ala dell’attuale Hotel GSH sull’isola orientale di Bornholm, è quasi interamente in legno, gran parte del quale è stato riciclato utilizzando scarti delle industrie di costruzione e produzione di mobili. Altrove, i detriti delle cave di granito locali sono stati utilizzati per la decorazione e l’isolamento.I due gruppi di architettura dietro il progetto, 3XN e GXN, hanno anche guardato al futuro dell’edificio: i suoi singoli componenti sono collegati tramite giunti reversibili e quindi possono essere utilizzati nuovamente dopo che l’hotel raggiunge la fine della sua vita utile. 

Casa della musica ungherese, Budapest 

Sou Fujimoto ArchitectsProgettato dal celebre architetto giapponese Sou Fujimoto, questo museo, luogo di musica e centro educativo è uno dei progetti di spicco del Liget Budapest Project, una revisione radicale del più grande parco pubblico della capitale ungherese.Situato vicino al pittoresco lago Városliget, il suo tetto ondulato sarà caratterizzato da alberi che attraversano alcune delle perforazioni più grandi.L’edificio è destinato a celebrare le ricche tradizioni musicali del paese, ma serve anche ad attirare i visitatori del parco nelle strutture pubbliche a livello del suolo, dove un design in gran parte traslucido aiuta a erodere la distinzione tra interno ed esterno.Alla fine sarà affiancato da una serie di altre nuove destinazioni culturali sul sito tentacolare, tra cui il Museo di Etnografia e una Nuova Galleria Nazionale di 50.000 metri quadrati (538.000 piedi quadrati).

OurDomain Student Housing, Amsterdam 

OZ / Marcel van der BurgL’idea che gli studenti debbano accontentarsi di alloggi pratici e senz’anima è obsoleta. In effetti, questo nuovo campus residenziale nei Paesi Bassi, che contiene circa 1.500 appartamenti, offre agli studenti di Amsterdam il tipo di servizi condivisi e di paesaggi verdi che forse la generazione dei loro genitori avrebbe potuto solo sognare.Il complesso residenziale di 90.000 metri quadrati (969.000 piedi quadrati) è diviso in tre edifici esteticamente distinti, il più sorprendente dei quali si divide in modo drammatico in un’esplosione di colori pixelata. OZ Architect, lo studio di design dietro il progetto, spera anche che l’introduzione di residenze per studenti possa ravvivare un’area commerciale che fino ad ora è stata dominata da edifici per uffici.

Floating Music Hub, São Vincente

Courtesy NLÉ / foto di KriolscopeNegli ultimi dieci anni, il gruppo di architettura e urbanistica NLÉ ha sperimentato modi innovativi per costruire in modo rapido ed economico sull’acqua. Il sedicente Makoko Floating System dell’azienda, che consente ai costruttori locali di assemblare moduli prefabbricati in legno in strutture A galleggianti, è già stato utilizzato per costruire scuole in Nigeria e Belgio.L’ultima iterazione del sistema è un centro di arti e spettacoli a Capo Verde. Sporgendosi nell’Oceano Atlantico, tre strutture leggere ospiteranno una sala per spettacoli dal vivo, uno studio di registrazione e un bar, dimostrando che l’architettura galleggiante di facile montaggio può offrire un’alternativa economica ai tradizionali luoghi culturali.

Sunac Guangzhou Grand Theatre, Guangzhou 

Anciens Huang / Steven Chilton Architects / Chong-Art PhotographyProgettato dallo studio londinese Steven Chilton Architects, questo teatro da 2.000 posti nella città di Guangzhou, nella Cina meridionale, è stato ispirato dalla trama fluida della seta ricamata. Annuisce anche alla storia della città come centro commerciale e ai disegni simili a tatuaggi dell’artista Zhang Hongfei, le cui illustrazioni dorate adornano l’audace rivestimento rosso.Composto da migliaia di pannelli di alluminio, l’involucro esterno sembra piegarsi delicatamente, rivelando gli ingressi a livello del suolo e conferendo all’edificio una qualità morbida e scultorea, nonostante le sue dimensioni ingombranti. All’interno, un’arena circolare è stata configurata per ospitare coinvolgenti spettacoli “a 360 gradi” quando l’edificio, ormai completo, aprirà nel 2021.