L’italiana Pusterla 1880 si prepara in Francia al consolidamento del mercato europeo del packaging – Pusterla 1880 si è particolarmente distinto disegnando il particolarissimo astuccio “seconda pelle” , realizzato in carta che protegge le bottiglie di champagne Ruinart.

Lo specialista italiano nel confezionamento di prodotti di lusso rafforza il proprio patrimonio grazie al fondo francese Andera Partners che investe, in particolare in Sarthe, e prosegue le acquisizioni in Europa.

La PMI è un punto di riferimento nella produzione di imballaggi secondari per l'industria dei profumi e dei cosmetici, ma anche per champagne, whisky e cognac.
La PMI è un punto di riferimento nella produzione di imballaggi secondari per l’industria dei profumi e dei cosmetici, ma anche per champagne, whisky e cognac. (DR)

Di Emmanuel GuimardPubblicato il 12 gennaio 2021 10:34

Astucci, scatole, astucci… L’azienda italiana Pusterla 1880, con sede a Varese, è uno dei riferimenti europei nella produzione di imballaggi secondari per l’industria dei profumi e dei cosmetici, ma anche di champagne, whisky e cognac. I suoi prodotti vestono anche accessori di moda e gioielli. L’azienda lombarda, fondata 140 anni fa e di proprietà dal 1922 della famiglia Maena, tuttora in carica. ha appena aperto per la prima volta il proprio capitale a un fondo gestito dalla società di gestione francese Andera Partners nell’ambito di un’operazione di minority development capital.

Un mercato frammentato

Questo sostegno finanziario consentirà di rafforzare lo strumento industriale, in particolare lo stabilimento di Cherré nella Sarthe, ma anche di ampliare il perimetro europeo del gruppo attraverso la crescita esterna. Il gruppo spera di raddoppiare la propria attività entro cinque anni. Sono in discussione due acquisizioni, tra cui una società francese. “Ci siamo detti che la crisi avrebbe potuto accelerare il consolidamento del nostro settore in cui saremmo stati protagonisti, ma vista la situazione generale, abbiamo preferito rafforzare il nostro capitale proprio per accelerare questa crescita”, afferma Roberto Marini, il direttore generale. “Il mercato è molto frammentato, composto da piccoli player in tutta Europa”, specifica Pierre-Yves Poirier, di Andera Partners che stima a 2,5 miliardi di euro al

Forte presenza in Francia

Il gruppo ha otto siti industriali in Europa e un’unità in Tunisia, nonché un ufficio a Shenzhen. L’insieme ha realizzato lo scorso anno un fatturato di 118 milioni di euro, la crisi ha inciso sulle vendite di circa il 10%. Impiega 1.000 persone, di cui 300 in Francia, un paese che costituisce la sua principale base industriale. In Sarthe è prevista l’estensione e l’implementazione di nuovi processi. Saranno orientati all’eco-design ”, sottolinea Roberto Marini, una tendenza importante a cui l’industria del lusso non fa eccezione. Su questo tema, Pusterla 1880 si è particolarmente distinto disegnando il particolarissimo astuccio “seconda pelle” , realizzato in carta che protegge le bottiglie di champagne Ruinart.

Emmanuel Guima