Trump rivela la portata dei danni pandemici al suo impero degli affari

Di , , e 21 gennaio 2021, 01:06 CET bloomberg.com

  • L’ultima divulgazione finanziaria mostra enormi cali delle entrate dell’hotel
  • Anche i campi da golf vedono un calo poiché il covid interrompe i viaggi e il turismo

L’impero di Donald Trump è stato duramente colpito dalla chiusura del coronavirus, con le entrate dei suoi hotel di Washington e Las Vegas in calo di oltre la metà.

Nel suo ultimo modulo di informativa finanziaria come presidente, Trump ha dettagliato i danni che la pandemia ha causato, in un momento in cui molte aziende turistiche soffrono per la mancanza di viaggiatori. In qualità di presidente, il magnate immobiliare si è opposto alle politiche volte a rallentare la pandemia indossando la maschera e ha insistito sul fatto che le persone viaggiassero in patria rimanessero al sicuro.

Le entrate dell’hotel Trump a Washington , che stava cercando di vendere, sono scese a $ 15,1 milioni dai $ 40,5 milioni dell’anno prima, secondo la divulgazione pubblicata mercoledì. A Las Vegas, le vendite relative agli hotel sono scese a $ 9,2 milioni da $ 23,3 milioni. Anche un’altra importante proprietà di Trump, il Doral Golf Resort di Miami, ha visto i ricavi scendere a 44 milioni di dollari dai 77 milioni di dollari dell’anno prima.

I suoi campi da golf nel Regno Unito e in Irlanda hanno registrato un calo delle entrate di circa due terzi, parte di un calo complessivo del 27% dei ricavi del golf rispetto all’anno precedente.

Il reddito totale di Trump è sceso tra $ 273 milioni e $ 308 milioni, secondo il modulo, che copre il 2020 ei primi 20 giorni del 2021. Nella sua prima divulgazione finanziaria nel 2017, Trump ha riferito di aver realizzato più di $ 528,9 milioni in 15 mesi e mezzo, compresi i suoi primi tre mesi come presidente.

Un punto luminoso nell’impero di Trump è il suo club Mar-a-Lago in Florida, dove l’ex presidente è tornato oggi dopo il suo ultimo giorno alla Casa Bianca. Le entrate per il club hanno raggiunto i 24,2 milioni di dollari, rispetto ai 21,4 milioni di dollari dell’anno precedente, secondo la divulgazione finanziaria. È una delle poche proprietà di Trump che sembra non essere influenzata dalla pandemia.

Ha anche segnalato un aumento delle vendite al dettaglio online anno su anno, fino a $ 1,96 milioni da $ 930.869 nel 2019. Tuttavia, le vendite in negozio alla Trump Tower di New York City sono diminuite a causa delle chiusure forzate, fino a $ 166.064 da $ 849.313.

In totale, Trump ha valutato le attività delle sue attività tra $ 1,3 miliardi e $ 1,7 miliardi. Le rivelazioni non sono esatte: i funzionari federali danno il valore dei loro beni e reddito in ampi intervalli e il valore massimo è “oltre $ 50 milioni”. Trump aveva 22 beni che ha elencato in quella gamma, tra cui il suo resort Mar-a-Lago e il Trump International Hotel a Washington.

Il modulo descrive anche più di $ 40.000 in regali che Trump ha accettato nel suo ultimo anno in carica, inclusi omaggi da parte dei dirigenti di Boeing Co., Apple Inc. e Ford Motor Co.

Per saperne di più: L’ impero caotico di Trump affronta lunghe probabilità di un altro ritorno

Trump vale 2,5 miliardi di dollari, in calo di circa 500 milioni di dollari da quando è entrato in carica, secondo il Bloomberg Billionaires Index. I suoi edifici sono gravati da debiti per oltre 1 miliardo di dollari, la maggior parte dei quali con scadenza nei prossimi tre anni e più di un terzo dei quali garantiti personalmente.

– Con l’assistenza di Gregory Korte e Tom Maloney