Mario Draghi. Il mago alla prova.

L’ex presidente della Bce è chiamato in soccorso dal presidente della Repubblica italiana.

caricatura di ïoO, per Les Echos
caricatura di ïoO, per Les Echos (ïoO)

Attraverso Sabine DelangladePubblicato il 6 febbraio 2019 2021 alle 17:21 lesechos.fr

A forza di averlo soprannominato “Super Mario”, è come se avessimo iniziato a credere nei suoi poteri magici. Recentemente interpretando Mario Draghi, la rivista “Les Echos Week-End” ha presentato l’ex presidente della BCE come “il burlone d’Europa secondo“. Tutta la classe politica sapeva che a 73 anni il salvatore dell’euro non si sarebbe accontentato di un felice pensionamento dopo aver lasciato la cattedra a Francoforte a Christine Lagarde. Le speculazioni stavano andando bene. Il Quirinale (Presidenza della Repubblica)? Palazzo Chigi (Presidenza del Consiglio)? Un Ministero dell’Economia europeo? Un’agenzia europea per il debito? Ma la crisi italiana ha accelerato, è urgente. È il presidente della Repubblica italiana Sergio Mattarella il primo ad uccidere il burlone Draghi offrendogli Palazzo Chigi. Dopo che Giuseppe Conte ha gettato la spugna, ci vorrà tutta l’autorità di una delle personalità più rispettate d’Italia per riuscire a formare un governo, a trattare con i diversi partiti. L’ L’Italia è in una crisi economica ma anche politica. Può Draghi supplire alla sua mancanza di esperienza parlamentare? Il suo modo molto solitario di esercitare il potere lo rende dubbioso. Proteggendo la sua (calma) privacy fino all’eccesso, Mario non è comunque molto espansivo. La forma del suo viso può evocare quella di un coccodrillo: si può mangiare? Ha inventato il “Qualunque cosa costi”, questo giorno di luglio 2012, quando il suo “Qualunque cosa ci vuole” ha fermato la speculazione contro gli Stati membri più deboli della zona euro. Eppure quest’estate ha comunque messo in guardia sui limiti del denaro magico versato contro la pandemia. Contro il denaro magico, l’ex studente gesuita troverà una nuova formula magica? Può Draghi supplire alla sua mancanza di esperienza parlamentare? Il suo modo molto solitario di esercitare il potere lo rende dubbioso. Proteggendo la sua (calma) privacy fino all’eccesso, Mario non è comunque molto espansivo. La forma del suo viso può evocare quella di un coccodrillo: si può mangiare? Ha inventato il “Qualunque cosa costi”, questo giorno di luglio 2012, quando il suo “Qualunque cosa ci vuole” ha fermato la speculazione contro gli Stati membri più deboli della zona euro. Eppure quest’estate ha comunque messo in guardia sui limiti del denaro magico versato contro la pandemia. Contro il denaro magico, l’ex studente gesuita troverà una nuova formula magica? Può Draghi supplire alla sua mancanza di esperienza parlamentare? Il suo modo molto solitario di esercitare il potere lo rende dubbioso. Proteggendo la sua (calma) privacy fino all’eccesso, Mario non è comunque molto espansivo. La forma del suo viso può evocare quella di un coccodrillo: si può mangiare? Ha inventato il “Qualunque cosa costi”, questo giorno di luglio 2012, quando il suo “Qualunque cosa ci vuole” ha fermato la speculazione contro gli Stati membri più deboli della zona euro. Eppure quest’estate ha ancora avvertito dei limiti del denaro magico riversato nella pandemia. Contro il denaro magico, l’ex studente gesuita troverà una nuova formula magica? Proteggendo la sua (calma) privacy fino all’eccesso, Mario non è comunque molto espansivo. La forma del suo viso può evocare quella di un coccodrillo: si può mangiare? Ha inventato il “Qualunque cosa costi”, questo giorno di luglio 2012, quando il suo “Qualunque cosa ci vuole” ha fermato la speculazione contro gli Stati membri più deboli della zona euro. Eppure quest’estate ha ancora avvertito dei limiti del denaro magico riversato nella pandemia. Contro il denaro magico, l’ex studente gesuita troverà una nuova formula magica? Proteggendo la sua (calma) privacy fino all’eccesso, Mario non è comunque molto espansivo. La forma del suo viso può evocare quella di un coccodrillo: si può mangiare? Ha inventato il “Qualunque cosa costi”, questo giorno di luglio 2012, quando il suo “Qualunque cosa ci vuole” ha fermato la speculazione contro gli Stati membri più deboli della zona euro. Eppure quest’estate ha comunque messo in guardia sui limiti del denaro magico versato contro la pandemia. Contro il denaro magico, l’ex studente gesuita troverà una nuova formula magica? quel giorno di luglio 2012, quando il suo “Qualunque cosa ci vuole” ha fermato la speculazione contro gli Stati membri più deboli della zona euro. Eppure quest’estate ha comunque messo in guardia sui limiti del denaro magico versato contro la pandemia. Contro il denaro magico, l’ex studente gesuita troverà una nuova formula magica? quel giorno di luglio 2012, quando il suo “Qualunque cosa ci vuole” ha fermato la speculazione contro gli Stati membri più deboli della zona euro. Eppure quest’estate ha ancora avvertito dei limiti del denaro magico riversato nella pandemia. Contro il denaro magico, l’ex studente gesuita troverà una nuova formula magica?

Clicca qui per trovare la gallery completa di “In sight”

Sabine Delanglade