Jean Pierre Mustier lancia uno Spac con il sostegno di Tikehau Capital e Financière Agache

Il veicolo sarà elencato ad Amsterdam. Investirà principalmente in quattro aree di business: asset management, fintech, assicurazioni e servizi finanziari.

Le départ de Jean-Pierre Mustier d'UniCredit, annoncé fin novembre, sera effectif d'ici à avril 2021
L’uscita di Jean-Pierre Mustier da UniCredit, annunciata a fine novembre, entrerà in vigore entro aprile 2021 (Luigi Mistrulli / SIPA)

Di Sophie RollandPubblicato il 15 febbraio 2019 2021 alle 9:48 Aggiornato il 15 feb. 2021 alle 10:14 lesechos.fr

Dopo Tidjane Thiam , Matthieu Pigasse e Xavier Niel, o la banca d’ affari Lazard, tocca a Jean-Pierre Mustier lanciare il suo Spac. L’ex capo di Unicredit si appresta a lanciare una “Special Purpose Acquisition Company” (SPAC), ovvero un veicolo quotato dedicato alle acquisizioni. In concreto, l’obiettivo di questi gusci vuoti è quello di effettuare in tempi abbastanza brevi (spesso tra 6 mesi e due o tre anni) acquisizioni di società non quotate che ottengano così un rapido accesso al mercato senza dover effettuare un lungo processo di Offerta pubblica iniziale.

Nominata Pegasus Europe, l’ultima arrivata nella galassia Spac, avrà in tutto quattro sponsor: Jean-Pierre Mustier sarà accompagnato da Diego De Giorgi, ex banchiere di Bank of America, per le operazioni e supportato da Tikehau Capital (di cui è stato un partner nel 2015-2016) e Financière Agache (una delle holding di Bernard Arnault, di cui il gruppo, LVMH, possiede “Echos”).