Ikea offre vaccinazioni corona ai clienti in Israele

Spiegel.de 22.2.21

Mentre la Germania sta ancora discutendo la sequenza delle vaccinazioni, Israele ha problemi completamente diversi: raggiungere coloro che non vogliono vaccinare. Ora il gigante dell’arredamento Ikea dovrebbe aiutare.

Negozio Ikea in Israele: alla ricerca di nuove strade
Negozio Ikea in Israele: alla ricerca di nuove strade Foto: Uriel Sinai / Getty Images

Molte persone in Israele sono già state vaccinate. Nel frattempo, però, la domanda è in calo. I responsabili sono quindi alla ricerca di nuovi modi per raggiungere coloro che sono titubanti – con pasti gratuiti o eventi musicali con cabine di vaccinazione al limite.

La rete editoriale tedesca ora cita un rapporto del giornalista Arieh Kovler, secondo il quale dovrebbero essere create di sfuggita opportunità di vaccinazione. Il primo è il negozio di mobili svedese Ikea , che offre ai suoi clienti lattine di Biontech / Pfizer o AstraZeneca. Potresti ottenere l’iniezione appropriata nelle filiali israeliane dell’Ikea fino a martedì tra le 10:00 e le 17:00. Le case della catena di mobili sono state riaperte da domenica.

Israele è visto in tutto il mondo come un modello nella campagna di vaccinazione. Circa un quarto della popolazione è già vaccinata. Per aumentare questa quota, il governo si affida anche al cosiddetto Green Pass. Ciò consente alle persone vaccinate di visitare nuovamente palestre, hotel, teatri o eventi sportivi. L’obiettivo è far ripartire

In totale, dal 19 dicembre in Israele sono state somministrate circa 4,3 milioni di prime e quasi tre milioni di seconde vaccinazioni. Per fare un confronto: la Germania ha circa nove volte più abitanti di Israele. Finora, quasi 3,2 milioni di persone hanno ricevuto una prima vaccinazione e quasi 1,7 milioni una seconda vaccinazione.