Il capo dell’Europa Dan Staner dà speranzaModerna arriva con la vaccinazione mutante!

Blick.ch 24.2.21 Claudia Gnehm

Moderna è la prima azienda a offrire la nuova generazione di vaccini corona che proteggono specificamente dai mutanti. Sono anche prodotti da aziende partner come Lonza, afferma Dan Staner, capo di Moderna Europa.

Per il Vallese, la partnership di Lonza con lo sviluppatore di vaccini statunitense Moderna dovrebbe valere di nuovo oro il prossimo anno. Moderna ha già diversi nuovi vaccini in cantiere per combattere le mutazioni emergenti della corona. “Il primo nuovo vaccino corona che potrebbe proteggere contro la variante corona sudafricana è pronto per i primi test”, ha detto mercoledì il capo europeo di Moderna Dan Staner (52) in un’intervista a VIEW. La società ha annunciato quella sera la sua strategia per i nuovi vaccini di richiamo. “A partire da marzo, negozeremo con le autorità sanitarie degli stati federali i dati di cui hanno bisogno per l’approvazione del mercato”, spiega Staner.

Poiché le autorità, compresa Swissmedic, conoscono già la tecnologia mRNA del vaccino Moderna, Staner spera in un processo di approvazione efficiente. L’azienda non è solo armata per nuove mutazioni, ma anche pronta per una rinnovata corsa dei paesi sui vaccini. Come ha annunciato Contemporaneamente Moderna, la capacità di produzione sarà aumentata da 700 milioni di lattine in tutto il mondo quest’anno a oltre 1,4 miliardi di lattine nel 2022.

I nuovi arriveranno il prossimo anno

Gran parte dell’espansione avviene presso aziende partner come Lonza. La tecnologia mRNA non solo consente di adattare rapidamente la vaccinazione alle varianti, ma è anche pratica per cambiare produzione, non appena i nuovi vaccini ottengono il via libera per l’ingresso nel mercato, afferma Staner. “Sono ottimista sul fatto che saremo pronti il ​​prossimo anno”, aggiunge.

Per essere equipaggiato contro le mutazioni, Moderna è multitraccia. Sono in fase di sperimentazione un totale di tre vaccinazioni di follow-up: oltre a quella contro la variante sudafricana, Moderna ha sviluppato una che protegge contemporaneamente dal virus originale e dalla mutazione, nonché una terza vaccinazione in aggiunta al prima e seconda vaccinazione approvate. Ma non è tutto: per le persone che non hanno ancora ricevuto una vaccinazione, Moderna sta testando anche due nuove prime vaccinazioni, che le rendono immuni alle mutazioni.

La Svizzera non riceve alcun trattamento preferenziale

Ma vale la pena non vaccinarsi ancora e aspettare il nuovo vaccino Moderna? “No, assolutamente no”, risponde Staner. Raccomanda di vaccinarsi il prima possibile. L’effetto dell’attuale vaccinazione è elevato anche contro la variante britannica e buono contro la variante sudafricana, anche se meno elevato.

È ancora troppo presto per ordinare le nuove vaccinazioni. Sebbene la Svizzera abbia già ordinato 13,5 milioni di dosi di Moderna, non sta ricevendo alcun trattamento preferenziale per il nuovo vaccino. “Tutti i paesi sono trattati allo stesso modo”, sottolinea Staner. La Svizzera riceverà sicuramente il suo primo ordine di 7,5 milioni di lattine entro l’estate.

Staner, cresciuto a Losanna, pensa che in una democrazia non ci sia bisogno di vaccinazioni obbligatorie. “Se i ristoranti e le altre istituzioni debbano richiedere le carte di vaccinazione per l’ingresso sarà un acceso dibattito non solo in Svizzera ma anche in altri paesi nei prossimi mesi”, afferma. Ma non ha molto tempo per i dibattiti politici, poiché Moderna si sta sviluppando con scarpe da sette leghe.