Il banchiere della BCE è il primo a chiedere apertamente più QE in risposta al rialzo dei rendimenti

Zerohedge.com 26.2.21

Abbiamo già assistito a uno sballo aggressivo da parte di BOJ e RBA (che hanno aumentato i suoi acquisti di obbligazioni YCC nel tentativo di fermare lo scoppio dei rendimenti a 3 anni) nella speranza di contenere la rotta obbligazionaria vista questa settimana. Quindi, questa mattina il capo della banca centrale greca Yannis Stournaras è diventato il primo politico della Banca centrale europea a chiedere apertamente di aumentare il ritmo degli acquisti di obbligazioni della BCE per arginare un aumento dei costi di prestito, ha riferito Reuters .

Con i rendimenti delle obbligazioni della zona euro fissati per il loro più grande aumento mensile in tre anni, la BCE è sotto pressione per mantenere la sua promessa di mantenere i costi dei prestiti facili per il blocco colpito dal coronavirus attraverso il suo programma di acquisto di emergenza pandemico (PEPP).

“A mio avviso, c’è una stretta ingiustificata dei rendimenti obbligazionari, quindi sarebbe forse auspicabile che la BCE accelerasse il ritmo degli acquisti di PEPP per garantire condizioni di finanziamento favorevoli durante la pandemia”, hadetto Stournaras a Reuters in un’intervista.

A mio avviso non c’è una giustificazione fondamentale per un inasprimento dei rendimenti nominali delle obbligazioni nel lungo termine”, ha detto il governatore della banca centrale greca.

Certo, se non c’è una ragione fondamentale per la “stretta” non dovrebbe esserci alcuna ragione fondamentale per rispondere ad essa … ma non è così che pensa il banchiere centrale greco. Per lui, qualsiasi mini crisi è una scusa per – cos’altro – più QE.

Stournaras ha detto che i responsabili delle politiche della BCE dovrebbero incaricare il Comitato esecutivo, che gestisce le attività quotidiane, inclusi gli acquisti di obbligazioni, di intervenire di conseguenza quando si incontreranno l’11 marzo. E se i rendimenti continueranno a salire, potrebbe accadere.

Stournaras ha aggiunto che potrebbero anche alterare “leggermente” il messaggio politico della BCE, sebbene abbia affermato che non è necessario alcun cambiamento sostanziale poiché la banca centrale aveva ancora quasi 1 trilione di euro da spendere nel suo arsenale PEPP.

In risposta, il rendimento delle obbligazioni a 10 anni della Germania, il benchmark della regione, è sceso al minimo della giornata a -0,287% dopo i commenti di Stournaras. Tuttavia, era ancora impostato per il suo più grande guadagno mensile da gennaio 2018, tuttavia, con un aumento di 24 punti base.

“Questo è un grande cambiamento rispetto al messaggio a cui eravamo abituati e resta da vedere se altri membri della BCE condividono la stessa visione”, ha detto Divyang Shah, stratega globale di IFR Markets. Venerdì scorso, i membri del consiglio di amministrazione della BCE Philip Lane e Isabel Schnabel avevano affermato che i rendimenti delle obbligazioni garantivano il monitoraggio, ma si sono fermati prima di richiedere ulteriori acquisti.

Per coloro che sono confusi, ecco cosa sta succedendo ” quando un’ondata di politica monetaria innesca finalmente la centrale di inflazione che chiedevano da anni, vogliono aggiungere ancora più denaro per controbilanciare il suo effetto. Sì, questo è considerato un pensiero economico alto in questi giorni .

Questo cambierà, ovviamente. Anche se l’attuale paura dei tassi potrebbe essere finita per ora, i rendimenti riprenderanno la loro marcia verso l’alto nelle prossime settimane e mesi, ea quel punto sarà solo una questione di quale livello sul TSY a 10 anni, o Bund, o JGB è il ” max pain “per i banchieri centrali prima che tutti lanciano un YCC coordinato globale … a quel punto l’ultima traccia della scoperta dei prezzi sarà sparita per sempre .