Borsa I.: la tela di Macron su Euronext (MF)

Fonte: MF Dow Jones (Italiano)

Euronext parla sempre più il francese dell’Eliseo. 

Stéphane Boujnah, ad del gruppo dei listini europei che ha rilevato Borsa 

spa, ha appena scelto un manager vicino al governo del presidente Emmanuel 

Macron. 

Nicolas Jégou, dopo tre anni a fianco del presidente in qualità di 

consigliere tecnico sull’Europa, è stato chiamato a entrare nella squadra 

di Boujnah come capo di gabinetto, secondo un’anticipazione di Acteur 

Publics. Prende il posto dell’uscente Aurélien Narminio. Il gruppo con 

sede ad Amsterdam, che da poco ha ricevuto il via libera dell’Ue per 

rilevare Borsa spa dal London Stock Exchange, ha effettuato l’acquisizione 

in tandem con Cdp e Intesa Sanpaolo. I soci italiani avranno, dopo un 

aumento di capitale in seno alla holding previsto fra circa un mese, il 

7,3% (Cdp, a pari peso con la Cassa francese) e l’1,3% la banca guidata 

dal ceo Carlo Messina. 

A rappresentare l’Italia nel gruppo, che pesa per più di un terzo sul 

fronte ricavi aggregati, sarà Piero Novelli, co-presidente dell’investment 

bank di Ubs. Ma Novelli, che ha un cv da banker internazionale simile a 

quello di Boujnah, a differenza di quest’ultimo dovrà lavorare da solo in 

un gruppo dove il ceo sta rapidamente mettendo professionisti selezionati 

in ruoli chiave. Infatti a gennaio Boujnah aveva scelto Delphine d’Amarzit 

come ceo di Euronext Paris. La manager si è occupata, dal 2007 al 2009, 

degli Affari economici alla Presidenza del Consiglio dei ministri. E lo 

stesso Boujanh è vicino all’Eliseo, per il quale ha lavorato come 

consulente sotto Dominique Strauss-Kahn. Ora il ruolo di Borsa spa dentro 

il gruppo Euronext è al centro di una mozione che Adolfo Urso (FdI), vice 

presidente del Copasir, ha presentato ieri al Senato assieme, fra gli 

altri, Luca Ciriani, capogruppo di Fratelli d’Italia. 

Non solo. Secondo quanto risulta a MF-Milano Finanza, il dossier Borsa 

spa è sul tavolo di Roberto Garofoli, sottosegretario di Stato alla 

presidenza del Consiglio dei ministri e di Francesco Giavazzi, consulente 

economico di Mario Draghi. Urso scrive che Euronext «ha messo in atto una 

politica di depotenziamento delle sedi delle società acquisite, 

riducendone l’autonomia e il personale impiegato». E quindi FdI impegna il 

governo a tutelare «lo strategico assetto economico-finanziario di Borsa 

spa, nonché la sua autonomia, soprattutto nei confronti della Francia, 

affinché sia possibile… creare tutti i presidi per intervenire nel caso 

in cui l’Italia non ottenga adeguato riconoscimento del proprio contributo 

al gruppo Euronext o gli interessi nazionali fossero minacciati» 

fch 

(END) Dow Jones Newswires

March 03, 2021 02:54 ET (07:54 GMT)