Alitalia: trattative con Delta (MF)

Fonte: MF Dow Jones (Italiano)

Sarà con ogni probabilità Delta il partner commerciale della newco Ita. Secondo quanto risulta a MF, con Lufthansa fuori dal radar da oltre un mese e impossibilitata a stringere accordi azionari prima di aver rimborsato gli aiuti statali, sarebbe la compagnia americana a essere indicata come scelta preferenziale nei piani di Ita. 

Con l’ad della newco, Fabio Lazzerini, i rapporti erano buoni già dai tempi in cui si provava a mettere insieme la cordata con FS e Atlantia, e il gruppo di Atlanta disposto a mettere 100 milioni di euro per una quota del 10%. In questa fase, invece, si tratta per stringere una partnership commerciale, che solo dal terzo anno di attività di Ita potrebbe evolvere in un accordo azionario, come prevede il piano. Delta, colpita come tutto il settore del trasporto aereo dagli effetti della pandemia, ha appena annunciato che conta di poter reintegrare tutti i piloti entro il prossimo autunno, in vista della piena ripresa post-Covid, fissata al 2023. 

Con il partner preferenziale ormai individuato, il governo lavora alla proposta che dovrà illustrare domani alla Commissione europea, in collegamento video con la commissaria alla Concorrenza, Margrethe Vestager. 

Oltre al presidente del Consiglio, Mario Draghi, parteciperanno i ministri dell’Economica, Daniele Franco, dello Sviluppo economico, Giancarlo Giorgetti, e dei Trasporti, Enrico Giovannini. Sembra confermata ormai la decisione del governo di appoggiare la trattativa diretta tra Alitalia in amministrazione straordinaria e la newco per il passaggio del ramo di azienda Volo. Si tratta della soluzione più rapida, rispetto alla gara richiesta dall’Ue, per dare a Ita la possibilità di esordire sul mercato in tempo per vendere i biglietti della stagione estiva, seppure con una flotta sotto i 50 aereomobili. Se domani arriverà il via libera di Bruxelles ci vorranno comunque dalle 2 alle 3 settimane per mettere a punto le perizie sul valore degli asset. Le cifre che circolano oscillano tra i 200 e i 400 milioni di euro. Martedì il cda di Ita ha discusso anche delle modalità e dei tempi con cui Alitalia in amministrazione straordinaria gestirà il processo di dismissione degli asset. Per centrare i suoi obiettivi, la newco dovrà essere operativa a giugno. 

Il governo, intanto, lavora al resto del piano di salvataggio di Alitalia, dopo aver garantito ai sindacati il massimo sforzo per il mantenimento dei livelli occupazionali. Alla trattativa diretta per le attività di volo, infatti, si dovrebbero affiancare le gare per gli altri due rami d’azienda, manutenzione e handling. 

red/lab 

MF-DJ NEWS 

0408:08 mar 2021 

(END) Dow Jones Newswires

March 04, 2021 02:10 ET (07:10 GMT)