Credit Suisse: ancora più fondi colpiti dalla debacle di Greensill?

Finews.ch 4,3.21

Il Credit Suisse ha ritirato dal commercio i suoi fondi Greensill multimiliardari. In passato, tuttavia, i veicoli servivano anche come comparti per altri fondi di investimento della grande banca. Ora sorge la domanda sull’effetto di dispersione.null

La debacle di Greensill ha avuto ripercussioni nuove e inaspettate da quando Credit Suisse (CS) ha deciso all’inizio di questa settimana di sospendere quattro fondi Supply Chain Finance (SCF) con asset in gestione di oltre $ 10 miliardi dal trading. La grande banca ha gestito i fondi insieme alla società di fondi australiana-britannica Greensill Capital, che ora è in bancarotta.

Contanti promessi

In un altro colpo di scena, ieri alla Greensill Bank in Germania è stata concessa una moratoria e sigillata per proteggere i propri clienti di risparmio. L’autorità di vigilanza bancaria tedesca Bafin ha anche presentato una denuncia penale contro la leadership dell’istituto per presunta manipolazione del bilancio, come ha scritto il quotidiano britannico “Financial Times” (articolo a pagamento) .

In questo paese, il partner di Greensill CS ha cercato di rassicurare i 1.000 investitori professionali che hanno investito nei fondi SCF e vedono i loro beni bloccati. Come riportato da finews.ch , la banca ha annunciato che presto distribuirà il contante in eccesso dai fondi. Gli investitori hanno meno chiarezza sugli altri fondi CS, che potrebbero anche essere marginalmente influenzati dalla debacle.

Rendimenti stabili

Come mostra la ricerca, i fondi SCF sono stati utilizzati in passato come comparti dei cosiddetti strumenti multi-strategia, che la grande banca vende anche agli investitori. Una risposta alle domande rivolte a CS sull’effetto di diffusione dei fondi Greensill e sulle possibili misure in altri fondi è ancora in sospeso.

Questo effetto di diffusione può essere visto nell’esempio del fondo CS Virtuoso SICAV-SIF. Si tratta di un fondo multistrategia nell’area dei tassi di interesse che promette rendimenti stabili il più possibile indipendenti dal mercato. Lo ha fatto investendo, tra le altre cose, nel finanziamento della catena di approvvigionamento, il prefinanziamento dei crediti.

Ramificazioni a bizzeffe

Secondo il rapporto annuale disponibile al pubblico dell’ottobre 2019, il fondo Virtuoso è stato investito in cinque comparti, uno dei quali era il fondo CS SFC, che ora è bloccato in Lussemburgo.

A quel tempo, i comparti venivano a loro volta investiti in percentuali da una a due cifre nei fondi Credit Suisse Nova (Lux) Supply Chain Finance High Income e Credit Suisse Nova (Lux) Supply Chain Finance High Income anch’essi bloccati. Il denaro investito in questo modo ammontava a poco più di $ 100 milioni. Le ramificazioni di fondi e comparti sono resevisibili , ad esempio, dalla piattaforma di dati sui fondi lussemburghesi Fundsquare .

Una storia di successo proprio di recente

Secondo una nuova ricerca del quotidiano americano “Wall Street Journal” (articolo a pagamento) , potrebbe essere stata la copertura assicurativa a far implodere il franchise di Greensill. Diverse tranche dei fondi sono state assicurate, il che le ha rese interamente investibili per investitori conservatori come i fondi pensione. Secondo il “Journal”, gli assicuratori hanno recentemente minacciato di non concedere più questa protezione. Questa possibile fonte di pericolo, afferma il quotidiano, era già diventata evidente per il CS nel 2019.

Alla fine dello scorso anno, la divisione fondi di CS (CSAM) ha pubblicizzato i suoi fondi Greensill SCF come una storia di successo. Nel 2017, quando la partnership con la società di fondi australiana-britannica era fresca, la rivista per i clienti di CS “Scope” ha offerto personalmente una piattaforma al CEO di Greensill Lex Greensill .

“La partnership è un grande successo”, disse all’epoca l’ex banchiere australiano. “Stiamo assistendo a una forte domanda da parte di diversi tipi di investitori, il che conferma l’attrattiva della nostra offerta. Il forte impegno di entrambe le parti sin dall’inizio sembra anche molto promettente per il futuro “.