Greensill: Il Credit Suisse vuole indietro i soldi

Finews.ch 10.3.21

(Immagine: McGrathNicol)

Il Credit Suisse ha un prestito di centinaia di milioni con Greensill Capital. Gli specialisti dovrebbero ora recuperare i soldi.null

Greensill Capital ha dichiarato bancarotta in Australia e nel Regno Unito. Il Credit Suisse (CS), che ha concesso a Greensill un prestito di circa $ 140 milioni, ha risposto immediatamente.

Come riportato dall’agenzia di stampa “Reuters” , la principale banca svizzera ha assunto specialisti della società australiana McGrathNicol per riscuotere il prestito. McGrathNicol è una società di consulenza specializzata in ristrutturazioni. Né McGrathNicol né il CS hanno fatto commenti all’agenzia.

Secondo le informazioni di finews.ch , il prestito CS a Greensill era originariamente garantito con contanti e crediti. Il CS è quindi ottimista sul fatto che recupererà almeno una parte del prestito.

Il ciclo del denaro è crollato

Greensill Capital aveva circa $ 4,1 miliardi di passività nei suoi libri contabili al momento del fallimento. L’azienda li aveva strutturati in portafogli, anche per CS. I loro fondi Greensill avevano un volume di circa 10 miliardi di dollari prima che la grande banca dovesse chiuderli.

Greensill Capital ha assunto gran parte di questi obblighi da GFG Alliance, il conglomerato di materie prime e acciaio dell’imprenditore britannico-indiano Sanjeev Gupta. A causa dell’insolvenza di Greensill, quest’ultima è minacciata da un indebitamento eccessivo.

CS ha concesso il prestito da un milione di dollari in vista di una IPO pianificata di Greensill Capital, che avrebbe dovuto avvenire quest’anno.