BNP cerca di acquistare il partner Exane per potenziare l’unità di azioni

Di e 11 marzo 2021, 09:31 CETAggiornato il 11 marzo 2021, 14:04 CET bloomberg.com

  • La banca francese afferma di voler acquistare il restante 50% di Exane
  • La transazione consentirebbe alla banca di continuare l’espansione delle azioni

BNP Paribas SA sta cercando di acquisire il restante 50% di Exane che già non possiede, in una mossa volta a rafforzare il proprio business azionario.null

La piena integrazione di Exane rafforzerebbe la gamma di servizi di cash equity e derivati ​​che la banca francese può offrire, ha detto BNP in una dichiarazione giovedì che non ha fornito dettagli finanziari. Le due società, che sono partner dal 2004, collaborano su servizi di prim’ordine, commercio elettronico, derivati ​​azionari e mercati dei capitali azionari.

L’amministratore delegato Jean-Laurent Bonnafe sta preparando un nuovo piano strategico che mira ad aumentare i ricavi presso l’unità di titoli e razionalizzare le operazioni al dettaglio mentre la pandemia Covid-19 accelera il passaggio all’online banking e aumenta la pressione sui prestatori europei per consolidarsi. La banca francese è stata uno dei numerosi istituti di credito a subire perdite lo scorso anno a causa dei derivati su azioni, un’area di tradizionale forza, ma si sta riprendendo più rapidamente rispetto ai concorrenti.

La transazione continuerà l’espansione di BNP della sua unità di azioni dopo l’integrazione delle attività di Deutsche Bank con i clienti di hedge fund. Le azioni della banca francese sono state scambiate in ribasso dell’1,1% a 52,2 euro alle 13:46 a Parigi giovedì. Finora quest’anno, il titolo ha guadagnato oltre il 21%.

Un accordo consentirebbe “al gruppo di creare un’unità azionaria interna integrata con una gamma ampia e completa di servizi che include prime brokerage, trading, ricerca e servizi di custodia”, Yann Gerardin, chief operating officer e head of corporate and banca istituzionale a BNP, ha detto per telefono.

L’accordo darebbe a BNP maggiori opportunità, senza avere un impatto considerevole sul capitale del gruppo della banca, secondo una nota degli analisti di Citi giovedì. La maggior parte dei ricavi di Exane deriva dalla sua unità di cash equities, che già gestiva le attività di BNP Paribas in esclusiva. Nel 2019 la società ha generato ricavi per 346,3 milioni di euro e un utile netto di circa 22 milioni di euro.