B.Carige: Guido, pronta per qualsiasi compratore (A&F)

Fonte: MF Dow Jones (Italiano)

“Carige presa a un passo dalla liquidazione ha affrontato 13 mesi di commissariamento, al termine dei quali ha dovuto fare i conti con la pandemia. Eppure ha centrato tutte le previsioni del piano industriale, vedendosi costretta ad ampliare le sue perdite di esercizio solo per extracosti su rettifiche, accantonamenti e attività fiscali differite che non rappresentano esposizioni di rischio e verranno recuperate con la business combination”. 

Lo afferma in un’intervista ad Affari & Finanza di Repubblica, Francesco Guido, al timone di Banca Carige da un anno, aggiungendo di non essere preoccupato dei rumors sulle difficoltà nella trattativa fra i soci Fondo per la tutela dei depositi (Fitd) e Cassa centrale banca (Ccb) per la cessione del capitale. 

Secondo il top manager, “esiste una Carige vera e una Carige raccontata. C’e’ una Carige che è descritta nei numeri, quella dei conti 2020, con un attivo di elevatissima qualità. E c’è una Carige raccontata, che sconta i problemi del passato e del futuro. Il presente è una banca in linea con gli obiettivi del piano, e il futuro non è un’incognita, come spesso si racconta, ma una certezza, al di là del fatto che sia Cassa centrale, una fondazione, altri privati o altri soggetti. La prospettiva di Carige è già disegnata ed è quella di una banca sana, ripulita dagli Npl (i crediti deteriorati, ndr), con indicatori di sistema di qualità. Restare sempre fermi al passato non aiuta”. 

Il passato è pesante, si sono bruciati i soldi di tanti piccoli e grandi azionisti “ora stiamo dimostrando che si sono ricostruite le condizioni per tornare a essere protagonisti. Questa è la Carige reale, un soggetto bancario che non può che essere migliorato, una opportunità, non un problema”, conclude. 

pev 

(END) Dow Jones Newswires

March 15, 2021 03:54 ET (07:54 GMT)