Consob: ipotesi riassetto, voci su uscita Savona (CorSera)

Fonte: MF Dow Jones (Italiano)

Paolo Savona potrebbe lasciare la presidenza della Consob che guida dal marzo 2019. Le indiscrezioni sulle dimissioni dell’economista, scrive il Corriere della Sera, circolano a Milano da qualche giorno. La scelta avrebbe preso forza sulla questione della riorganizzazione del personale dell’Authority. Una “riforma” per la 

quale il presidente della Commissione avrebbe chiesto l’adozione dello stesso contratto riconosciuto ai dipendenti della Banca d’Italia. Tema non da poco: è questo l’unico caso per il quale serve il visto di esecutività del governo. Un parere preventivo di Palazzo Chigi che invece la Consob non è tenuta a consultare per altre scelte interne. 

Savona, spiega il giornale, avrebbe legato il sì o il no della presidenza del Consiglio alla propria permanenza al vertice dell’Authority. Il 2026 sarebbe stato l’orizzonte naturale del mandato 

settennale ricevuto da Savona nel 2019. 

Con l’uscita di Savona, si aprirebbe una fase significativa di rinnovo alla Consob. Per l’avvicendamento alla presidenza salgono le quotazioni di Carmine Di Noia (che anche l’Europa vorrebbe alla guida dell’Esma). Mentre Anna Genovese lascia a giugno alla scadenza dei sette anni. 

vs 

(END) Dow Jones Newswires

March 16, 2021 03:24 ET (07:24 GMT)