Il regolatore finanziario avvia il fallimento della Greensill Bank

Pochi giorni dopo la chiusura della casa finanziaria di Brema, l’autorità di vigilanza Bafin ha dichiarato bancarotta a causa della minaccia di un indebitamento eccessivo. Le guardie hanno agito troppo tardi?

Spiegel.de 16.3.21

Ingresso alla Greensill Bank di Brema (2019)
Ingresso alla Greensill Bank di Brema (2019) Foto: FABIAN BIMMER / REUTERS

Il regolatore finanziario tedesco Bafin ha presentato istanza di insolvenza per la turbolenta Greensill Bank lunedì sera. Pochi giorni dopo che il Bafin ha chiuso l’istituto finanziario di Brema a causa della minaccia di indebitamento eccessivo, ha ora presentato istanza di fallimento per la banca presso il tribunale distrettuale di Brema .

La domanda è ora all’esame, ha detto una portavoce del tribunale distrettuale di Brema martedì mattina. Inizialmente non era chiaro se ci sarebbe stata una decisione martedì. Il tribunale vuole informare sull’ulteriore corso.

Nel caso delle banche, solo l’autorità di vigilanza ha il diritto di dichiarare fallimento. Bafin aveva già chiuso la filiale di Brema del conglomerato finanziario britannico-australiano Greensill al traffico dei clienti all’inizio di marzo.

L’autorità di vigilanza è stata criticata per la sua reazione tardiva alle indicazioni del settore. L’associazione di private banking BdB, il cui fondo di protezione dei depositi è responsabile dei depositi a risparmio minacciati a Greensill, ha annunciato di aver già informato l’autorità di vigilanza finanziaria di incongruenze nei bilanci dell’istituto un anno prima.

Dopo una denuncia penale del Bafin, il pubblico ministero sta ora indagando su Greensill Bank AG. Secondo i rapporti, si tratta dell’accusa di falsificazione dei conti.