Unicredit: studia ritorno in Mediobanca, 1* bivio Orcel (Sole)

Fonte: MF Dow Jones (Italiano)

Il piano è suggestivo, per ora limitato a studi di fattibilità ma capace di sparigliare completamente le carte nel sistema della finanza italiana: il ritorno di UniCredit in Mediobanca è più di un’idea. 

Lo scrive Il Sole 24 Ore aggiungendo che a distanza di due anni dall’uscita della banca di Gae Aulenti da piazzetta Cuccia, ci sono due elementi di novità che rendono lo scenario più favorevole a un dietrofront a sorpresa: il primo è che Unicredit è pronta a cambiare pagina con l’arrivo alla guida del banchiere Andrea Orcel a cui spetta il compito di scegliere l’opzione migliore in termini di sviluppo e aggregazione. Il secondo è che gli assetti di Mediobanca stanno cambiando rapidamente intorno alla posizione sempre più influente della Delfin di Leonardo Del Vecchio, al 13% ma proiettata al 20%, più l’esordiente Francesco Gaetano Caltagirone e i Benetton. 

L’anello di congiunzione tra Unicredit e Mediobanca è il ruolo del fondatore di Luxottica su entrambi i fronti. Socio in Gae Aulenti con l’1,9%, il patron di Delfin ha giocato un ruolo chiave su nomine e strategia della banca. Andrea Orcel, futuro ceo di UniCredit, è sempre stato un candidato a lui gradito. Ma è evidente che il giudizio definitivo sul banchiere sarà misurato in base all’approccio che Orcel avrà sul tema delle aggregazioni. In proposito Del Vecchio ha già fatto trapelare il suo giudizio su una possibile combinazione con Mps, un matrimonio sponsorizzato dal Governo, ma a suo avviso non convincente sul fronte strategico. Del Vecchio è il primo socio di Mediobanca e ha il 5% nelle Generali e in una delle sue primissime uscite pubbliche dopo il blitz nel capitale di piazzetta Cuccia ha chiarito in modo netto di sostenere un nuovo piano industriale che non basi i risultati di Mediobanca solo su Generali e Compass, ma progetti un futuro da banca di investimenti. La presa di posizione di Del Vecchio, letta al contrario, sembra dunque denunciare riserve sull’attuale «sistema Mediobanca» legato a doppio filo ai risultati delle partecipate, magari a vantaggio di combinazioni in grado di valorizzarne il core business. Partendo da queste premesse si comprende perché il ritorno di UniCredit in Mediobanca possa improvvisamente tornare d’attualità. 

pev 

(END) Dow Jones Newswires

March 16, 2021 04:07 ET (08:07 GMT)