B.Mps: Bivona; a rischio continuità aziendale, Unicredit faccia attenzione

Fonte: MF Dow Jones (Italiano)

“Le informazioni fornite da B.Mps nel bilancio 2020 confermano che il Ministero dell’Economia e delle Finanze (azionisti di controllo di Mps, 64%) continua a perseguire come obiettivo principale (se non come obiettivo unico) il salvataggio della banca attraverso un’operazione presentata come una soluzione strategica, ovvero la cessione a una banca sistemica ben capitalizzata (Unicredit è l’unico candidato possibile)”, lo afferma Giuseppe Bivona, fondatore del fondo attivista Bluebell Capital Partners e azionista di Unicredit. 

Leggendo il bilancio della banca depositato si apprende che secondo il revisore (Pwc) vi è significativa incertezza sulla continuità aziendale della banca. Questo viene affermato per la prima volta. “Pur riconoscendo il deficit di capitale sotto gli Srep, Mps continua a insistere sul fatto che il ‘piano A’ è la “soluzione strategica”, mentre un aumento di capitale rimane una soluzione di riserva. Dato che la continuità aziendale è a rischio, ciò appare quanto meno singolare a meno che Rocca Salimbeni (cioè il Ministero italiano dell’Economia e delle Finanze) non abbia la pressoché totale certezza che un accordo con una banca acquirente possa essere presto raggiunto. Diversamente sarebbe irresponsabile non procedere immediatamente a un aumento di capitale”, prosegue. 

B.Mps ha affermato che è incerta l’approvazione da parte della Commissione Europea (e della Bce) di un aumento di capitale ‘stand alone’ ma che invece “l’operazione di aggregazione potrebbe essere preceduta da un intervento di rafforzamento patrimoniale che si prevede possa essere agevolmente approvato da Dg Comp”. Per Bivona “l’uso del termine agevolmente è un chiaro segnale di una negoziazione avanzata”. 

Per Bluebell Capital Partners in quanto azionista di Unicredit, tutto ciò “è molto allarmante e continuiamo a rimanere estremamente preoccupati che il Governo possa spingere per un’operazione di salvataggio di Mps presentata come una ‘soluzione strategica’ e non c’è dubbio che la designazione di una “politically exposed person” non-indipendente (Pier Carlo Padoan) quale prossimo presidente” della banca di Piazza Gae Aulenti “aumenta enormemente questo rischio”. 

cce 

MF-DJ NEWS 

1719:06 mar 2021 

(END) Dow Jones Newswires

March 17, 2021 14:06 ET (18:06 GMT)