È caduto per il falso Elon MuskQuesto tedesco perde 500.000 franchi nella frode Bitcoin

Blick.ch 17.3.21

Sebastian Schneider (42) ha molto di cui essere orgoglioso: un buon lavoro, una casa con giardino, figli e una moglie. Ma poi diventa avido e prende parte a una presunta transazione di scambio di Bitcoin. Alla fine è mezzo milione più leggero.

La serata era piuttosto normale. Sebastian Schneider * (42) e sua moglie di Colonia (D) hanno guardato insieme una serie. Poi è andata a letto. È stato lasciato solo e impegnato con il cellulare.

All’improvviso è arrivata un’offerta sorprendente: il fondatore di Tesla e dichiarato fan di Bitcoin Elon Musk (49) scrive su Twitter: “Dojo 4 Doge?” – che suggerisce una sorta di baratto.

Semplicemente doppi bitcoin

Ma cosa significasse esattamente non era del tutto chiaro a Schneider, che lavora come esperto di marketing in un’azienda IT. “Sono andato al link e ho visto che Musk sta distribuendo bitcoin”, ha detto all’emittente televisiva britannica BBC. È atterrato su un sito web apparentemente legittimo su cui lo scambio di Bitcoin era già in pieno svolgimento.

La promessa apparentemente è arrivata direttamente dal team Tesla: qui puoi raddoppiare le tue risorse Bitcoin. I partecipanti potevano inviare tra 0,1 (circa CHF 5’000) e 10 Bitcoin (circa CHF 510’000) nella corsa alla super offerta.

Schneider non ha esitato a lungo. Dopo aver controllato brevemente il logo accanto al nome di Musk per convincersi della legittimità del sito, ha deciso di partecipare.

Ha trasferito sul sito l’importo massimo della puntata di 10 Bitcoin: quasi 510.000 franchi. Un conto alla rovescia sul lato gli diceva quando le sue vincite sarebbero finite nel suo portafoglio. Un altro tweet tramite il falso account Twitter di Musk ha nuovamente promosso la campagna. Schneider si sentiva al sicuro.

Tutto perso a causa dell’avidità

Ma poi la delusione: “Improvvisamente ho capito che si tratta di un enorme falso”, ha detto alla BBC. “Ho premuto la testa contro il cuscino del divano e ho sentito il mio cuore battere forte”, dice. “Ero solo avido quella sera.”

Si avvicinò al letto della moglie e le confessò subito tutto. “L’ho svegliata e le ho detto che ho fatto un errore davvero grave.” Inizialmente ha iniziato a investire in criptovaluta nel 2017, quando ha investito 50.000 franchi in bitcoin.

Non è la prima truffa del suo genere

Non è il primo caso di frode Bitcoin. Solo quest’anno, 18 milioni di dollari sarebbero stati saccheggiati con azioni simili. Nel 2020 era di 16 milioni di dollari.

La frode di solito segue un modello simile. I truffatori copiano falsi account Twitter di celebrità come Elon Musk. Da questo inviano i presunti messaggi e le richieste di trasferimento di denaro. A volte hackerano anche i resoconti reali delle celebrità in modo che il segno di spunta blu dia loro ancora più credibilità.

Schneider vuole attirare maggiormente l’attenzione sul problema con la sua relazione. “È troppo facile rubare bitcoin”, dice alla stazione televisiva. “Tutte le piattaforme dovrebbero sapere chi sono i loro clienti e se un indirizzo di portafoglio specifico viene utilizzato in modo improprio dai ladri”.

* Nome cambiato dall’editore