Alitalia: cura drastica, dipendenti da 10.500 a 3.000 (Rep)

Fonte: MF Dow Jones (Italiano)

La crisi Alitalia rischia di travolgere i lavoratori, oggi 10.500 in totale. Secondo alcune indiscrezioni riportate da Repubblica, i dipendenti potrebbero ridursi a circa 3.000 nella Nuova Alitalia che Ita, società partecipata dal ministero dell’Economia, sta mettendo a punto. Un numero che oggi nessuno ancora tira fuori ufficialmente, ma che i sindacati di categoria cominciano a ipotizzare dopo l’audizione di ieri del ministro dello Sviluppo Giancarlo Giorgetti. 

Oggi ci sono due piani sul tavolo del ministero: il via libera a prepensionamenti con 5 anni di anticipo rispetto ai 62 anni di età di uscita per chi vola. E quindi, secondo i primi calcoli, un esodo per circa 480 lavoratori di cabina Alitalia nei prossimi mesi. La seconda opzione, che alzerebbe il numero di dipendenti da assumere in Ita a breve, prevede inoltre l’assunzione del personale con un part-time al 25%. Un escamotage che porterebbe il numero di addetti necessari per la partenza a giugno e la successiva fase di uscita dalla crisi dal 2022, a circa 3.500 unità. 

Il piano industriale di Ita, inoltre, potrebbe scommettere sulla ripartenza mettendo in pista, tra un anno, una flotta di 65 aerei e una forza lavoro ancora più ampia e vicina ai 5.000 addetti. Nulla sarà però come prima e il conto che pagheranno i lavoratori del comparto “volo” (oggi sono 4.800, 1.400 piloti e 3.400 assistenti di volo) sarà salato. 

pev 

(END) Dow Jones Newswires

March 18, 2021 04:06 ET (08:06 GMT)