CS: A causa di Greensill nel mirino di autorità e avvocati

Finews.ch 18.3.21

BANCHE

Il Credit Suisse si sta preparando per le conseguenze della debacle sui fondi Greensill chiusi. Le azioni legali e le azioni delle autorità non sono le uniche preoccupazioni della grande banca.null

Con lo scorporo della gestione patrimoniale in un’unità indipendente sotto la guida di Ulrich Körner , annunciato giovedì , la debacle di Greensill per Credit Suisse (CS) è tutt’altro che finita. Come si può vedere nel rapporto annuale 2020 della banca pubblicato lo stesso giorno , l’istituto rischia di essere messo sotto pressione da più parti.

Ad esempio, la decisione di CS all’inizio di marzo di liquidare quattro dei suoi fondi CS Greensill con un patrimonio originariamente superiore a 10 miliardi di dollari ha già portato a indagini e misure ufficiali. Secondo il rapporto, potrebbero seguirne altri. In particolare, viene menzionata l’Autorità federale di vigilanza sui mercati finanziari (Finma), che sta discutendo un aumento del capitale proprio (cuscinetto del pilastro 2) con la grande banca per attutire i rischi del greensill.

Sono arrivate le prime minacce di azione legale

Anche gli investitori di fondi presso la seconda banca svizzera più grande hanno minacciato azioni legali; CS avverte nella sua relazione annuale che potrebbe diventare l’obiettivo di richieste di risarcimento danni. Come riportato da finews.ch , uno studio legale di New York specializzato in azioni legali collettive ha già lanciato un appello corrispondente.

Nel frattempo, CS deve concentrarsi sulla liquidazione dei fondi Greensill. Secondo i suoi stessi rapporti, la grande banca ha già restituito agli investitori 3,1 miliardi di dollari, principalmente dalla liquidità in eccesso. Sarà più difficile recuperare il finanziamento del debito da società in cui i fondi sono specializzati senza perdite. Questi strumenti hanno generalmente una durata di un anno.

Fatture ancora più aperte

Gli amministratori del fondo CS, si dice ora, sono stati informati che non tutti i finanziamenti saranno rimborsati alla scadenza del loro mandato. La relazione non rivela quanto sia grande questa proporzione.

Inoltre, ci sono ulteriori attività dirette e indirette all’interno del Gruppo CS nei confronti dell’insolvente boutique finanziaria australiano-britannica Greensill Capital e contro prodotti come i fondi Greensill. La banca ha già recuperato $ 50 milioni da Greensill Capital da un finanziamento ponte di $ 140 milioni . Tuttavia, il CS ha avvertito che potrebbero esserci dei costi anche qui.

Imminente esodo di clienti

Apparentemente, questo vale anche per l’intera «esposizione» Greensill dell’istituto finanziario. Come è stato ulteriormente affermato giovedì, è probabile che il CS subirà delle perdite a causa della questione. La banca non è ancora in grado di misurare l’importo, ma ritiene che alla chiusura del caso potrebbe esserci un impatto significativo sul risultato operativo del Gruppo.

L’istituto avverte che le conseguenze della chiusura del fondo potrebbero danneggiare anche la reputazione dell’azienda. In tal caso, CS non esclude la perdita dei rapporti con i clienti e il ritiro dei fondi.