Il Credit Suisse taglia i salari per il CEO Thomas Gottstein

Finews.ch 18.3.21

Thomas Gottstein, CEO Credit Suisse (Immagine: Keystone)

Il CEO di Credit Suisse Thomas Gottstein ha guadagnato molto meno nel 2020 rispetto al suo predecessore Tidjane Thiam. Anche gli altri membri del consiglio di amministrazione del CS hanno subito perdite.

Thomas Gottstein , CEO di Credit Suisse (CS), non ha ricevuto un milione di stipendio a due cifre nel 2020. La sua retribuzione con salari fissi e bonus ammonta a 8,5 milioni di franchi, come viene chiamato il rapporto annuale CS 2020 , pubblicato giovedì. Gottstein ha guadagnato il 20% in meno lo scorso anno rispetto al suo predecessore Tidjane Thiam nel 2019.

Thiam aveva ricevuto 10,7 milioni di franchi e ha subito anche un taglio di stipendio dopo che la faccenda di spionaggio aveva portato discredito a CS e di conseguenza ha dovuto lasciare la banca. È la prima volta dal 2008 che un capo CS non riceve più un milione di stipendio a due cifre.

Bonus a breve termine ridotto

All’epoca Brady Dougan ha ricevuto 2,9 milioni di franchi svizzeri dopo che la crisi dei subprime ha portato il sistema finanziario sull’orlo del collasso. L’anno successivo, tuttavia, Dougan ha poi guadagnato oltre 90 milioni di franchi.

Gottstein ha assunto la posizione di CEO da Thiam nel febbraio di un anno fa. Secondo la dichiarazione di CS, la sua componente di salario fisso era di 2,9 milioni di franchi, la componente di bonus per gli incentivi a breve termine era di 2 milioni di franchi e la componente per gli incentivi a lungo termine era di 3,6 milioni di franchi.

I tagli sono stati quindi effettuati principalmente nella componente fissa e nei cosiddetti Short Term Incentives (STI). Le ragioni addotte da CS nella relazione sulla remunerazione sono gli elevati accantonamenti per insolvenze sui prestiti e la costituzione di riserve per cause legali, che ammontavano a poco meno di 1 miliardo di franchi.

Thiam ha ricevuto un altro milione

Non solo il CEO Gottstein sta registrando un calo dei salari, ma l’intero comitato esecutivo di CS ha guadagnato meno nel 2020. La retribuzione per la Direzione è passata da 77,4 a 68,4 milioni di franchi. Anche in questo caso sono state soprattutto le malattie sessualmente trasmissibili significativamente più basse a comporre il declino.

La relazione sulla remunerazione comprende anche un totale di 11,9 milioni di franchi versati ai membri della direzione CS che hanno lasciato l’azienda da un lato e ai nuovi membri, come il capo svizzero André Helfenstein , dall’altro .

L’ex amministratore delegato Thiam ha lasciato la società l’anno scorso e anche David Miller,nell’ambito della fusione della banca d’affari, ha lasciato la società .

Rohner guadagna lo stesso importo

Con 2,95 miliardi di franchi, l’intero bonus pot CS è stato inferiore del 7% rispetto al 2019.

Il compenso per il Consiglio di amministrazione di CS e per il presidente uscente Urs Rohner è rimasto praticamente lo stesso . Ha guadagnato un totale di 4,7 milioni di franchi, di cui 3,2 milioni in contanti.

Donable President

Rohner, secondo la relazione sulla remunerazione, ha donato il 20 per cento della sua cosiddetta “tariffa per la sedia di base” alle organizzazioni umanitarie Covid-19 in sei mesi, che corrisponde a circa 150.000 franchi