Gli spettatori internazionali saranno esclusi dalle Olimpiadi in Giappone

Di reuters.com 20.3.21

TOKYO (Reuters) – Agli spettatori internazionali non sarà permesso di entrare in Giappone per i Giochi Olimpici di questa estate tra le preoccupazioni dell’opinione pubblica sul coronavirus, hanno detto gli organizzatori sabato, schiacciando le speranze di molti fan e preparando il terreno per un evento drasticamente ridotto.

Saranno rimborsati circa 600.000 biglietti olimpici acquistati da residenti all’estero, così come altri 300.000 biglietti per le Paralimpiadi, ha detto in una conferenza stampa Toshiro Muto, amministratore delegato del comitato organizzatore di Tokyo 2020.

Ha rifiutato di dire quanto costerebbero i rimborsi.

I Giochi Olimpici sono stati rinviati lo scorso anno a causa della pandemia COVID-19. Mentre l’epidemia ha raffreddato l’opinione pubblica verso l’evento, sia gli organizzatori che il primo ministro Yoshihide Suga hanno promesso di andare avanti con i Giochi, ora programmati per il 23 luglio-agosto. 8, con le Paralimpiadi del 24 agosto-settembre. 5.

La decisione sugli spettatori internazionali “garantirà Giochi sicuri e protetti per tutti i partecipanti e il pubblico giapponese”, hanno detto gli organizzatori di Tokyo 2020 in una dichiarazione a seguito di colloqui a cinque che includevano il capo del Comitato olimpico internazionale, Thomas Bach, e il governatore di Tokyo .

“Le persone che sono coinvolte nelle Olimpiadi in qualche modo possono essere autorizzate a entrare nel paese, mentre i visitatori regolari non potranno farlo”, ha detto Muto di Tokyo 2020.

Ha detto che i costi per le cancellazioni di hotel non sarebbero stati coperti. Gli organizzatori possono anche considerare di ridurre il numero di membri del personale che parteciperanno ai Giochi.

Bach ha detto di aver condiviso la delusione dei fan olimpici, nonché delle famiglie e degli amici degli atleti che avevano programmato di recarsi a Tokyo.

“Per questo mi dispiace davvero. Sappiamo che questo è un grande sacrificio per tutti. Abbiamo detto fin dall’inizio di questa pandemia che richiederà sacrifici “, ha detto Bach in una dichiarazione.

Ma ha detto che la sicurezza deve venire prima, aggiungendo: “So che i nostri partner e amici giapponesi non sono arrivati ​​a questa conclusione con leggerezza”.

“Insieme a loro, la massima priorità del CIO era, è e rimane quella di organizzare Giochi Olimpici e Paralimpici sicuri per tutti”, ha detto Bach.

I sondaggi dei media hanno dimostrato che la maggioranza del pubblico giapponese è diffidente nel lasciare che gli spettatori internazionali guardino i Giochi mentre il paese è alle prese con la fine della terza ondata della pandemia.

GIOCHI A STRISCE

Un gioco ridotto al minimo significa che il governo non otterrà il boom del turismo su cui contava a lungo. Il Giappone è diventato sempre più dipendente dai turisti stranieri, in particolare dall’Asia, per sostenere la sua debole economia interna.

Come altri paesi, ha visto il turismo disfarsi con la pandemia ei suoi hotel e ristoranti sono stati duramente colpiti.

La decisione di sabato non ha riguardato gli spettatori locali. Muto ha detto che gli organizzatori decideranno il mese prossimo sui tappi per gli spettatori nelle sedi.

“E ‘molto sfortunato”, ha detto il governatore di Tokyo Yuriko Koike della decisione sugli spettatori internazionali, parlando ai giornalisti dopo l’incontro.

Ma ha aggiunto che la conclusione era “inevitabile” dato che la priorità principale per lo svolgimento di un Giochi di successo sarebbe stata la salute degli atleti e del pubblico giapponese.

Il servizio di notizie Kyodo ha riferito in precedenza che gli organizzatori erano propensi a impedire ai volontari stranieri di aiutare ai Giochi.

Fonti hanno detto a Reuters all’inizio di questo mese che il governo giapponese aveva concluso che non sarebbe stato in grado di consentire agli spettatori dall’estero.