H&M, Adidas & Co. finiscono nel mirino

Dopo aver imposto le sanzioni dell’UE, la Cina ha lanciato una campagna negativa contro le aziende occidentali.

Tagesanzaiger.ch 25.3.21

Giovedì, i media statali, le celebrità e gli utenti delle reti online hanno attaccato il gruppo di moda svedese H&M ei marchi sportivi Adidas e Nike. Il fattore scatenante sono state le critiche da parte di aziende e paesi occidentali alle violazioni dei diritti umani contro gli uiguri e altre minoranze in Cina.

“Il popolo cinese non permetterà ad alcuni stranieri di mangiare il riso cinese mentre ne frantumano i gusci”, ha detto una portavoce del ministero degli Esteri a Pechino. Il mercato cinese è aperto alle aziende straniere, ha detto. “Ma ci difendiamo da attacchi dannosi alla Cina che si basano su voci e bugie e danneggiano gli interessi della Cina”.

La provincia cinese dello Xinjiang è una delle aree di produzione di cotone più importanti al mondo, che rifornisce anche molte aziende occidentali – ci sono state anche segnalazioni di lavori forzati nella regione uigura . Le dichiarazioni critiche delle società a volte risalgono a più di un anno fa. Tuttavia, dopo che l’UE ha imposto sanzioni alla Cina questa settimana per violazioni dei diritti umani, c’è stata un’ondata di indignazione su Internet. Da parte sua, Pechino aveva risposto alle misure punitive con sanzioni contro diversi europei.

Accusa: “bugie” e “secondi fini”

H&M è stata boicottata da alcuni siti web di shopping. Le star televisive cinesi Wang Yibo e Tan Songyun hanno annunciato la fine della loro partnership pubblicitaria con il produttore sportivo Nike, la star di Hong Kong Eason Chan lo ha fatto a sua volta con Adidas. Anche altri attori e pop star hanno concluso i loro contratti con marchi come Converse e Calvin Klein.

Mercoledì i media di stato hanno accusato H&M, che non si rifornisce più di cotone dallo Xinjiang, di “bugie” e “secondi fini”. Mercoledì sera H&M China ha dichiarato di non rappresentare una “posizione politica” e che continuerà a sostenere gli investimenti a lungo termine in Cina.