La Commerzbank ritarda l’assemblea generale dopo le dimissioni del consiglio di amministrazione alimenta il tumulto

Di 25 marzo 2021, 08:45 CETAggiornato il 25 marzo 2021, 18:29 CET

  • Il membro del consiglio di sorveglianza Schmitz si è dimesso mercoledì alla fine
  • Il presidente Vetter si è dimesso prima per motivi di salute

Commerzbank AG rinvia la sua assemblea generale annuale dopo che il membro del consiglio di sorveglianza Andreas Schmitz si è inaspettatamente dimesso, aggravando ulteriormente una crisi di leadership presso l’istituto di credito tedesco.

Schmitz si è dimesso dopo che diversi membri del consiglio guidati da un rappresentante degli azionisti del governo tedesco hanno sollevato dubbi sul ruolo dell’unità tedesca di HSBC Holdings Plc in una controversa strategia commerciale nota come Cum-Ex mentre era a capo di tale attività, hanno detto persone che hanno familiarità con il importa. I pubblici ministeri hanno indagato su HSBC sulla questione e quell’indagine include anche lui, hanno detto.

Schmitz ha detto alla riunione di mercoledì in tarda serata che le domande erano ingiuste poiché l’indagine HSBC era stata a lungo di dominio pubblico e quindi non rappresentava un nuovo sviluppo significativo, hanno detto le persone, chiedendo l’anonimato discutendo i dettagli interni. Schmitz ha chiesto un voto di fiducia e ha deciso di dimettersi quando il consiglio non lo ha sostenuto, hanno detto.

Schmitz ha rifiutato di commentare, così come i rappresentanti di Commerzbank e del governo.

Schmitz è stato visto come un potenziale candidato per succedere al presidente Hans-Joerg Vetter, che ha lasciato all’inizio di questo mese per motivi di salute. Il vuoto di potere lascia l’amministratore delegato Manfred Knof senza il sostegno di un presidente forte mentre cerca di attuare un ambizioso piano di inversione di tendenza che Vetter ha contribuito a sviluppare.

Giovedì a Francoforte, Commerzbank è scesa del 4,1%, posizionandosi tra le peggiori performance nell’indice Euro Stoxx Banks.

La partenza di Vetter – e l’uscita di Schmitz come potenziale successore – ha lasciato il vicepresidente Uwe Tschaege, capo del consiglio di fabbrica della banca, alla carica del più alto organo di governo. In qualità di rappresentante dei dipendenti nel consiglio, svolge anche un ruolo chiave nelle trattative con la direzione sui tagli di posti di lavoro.

Commerzbank sta ora rinviando l’assemblea degli azionisti “a causa dei lavori in corso nel consiglio di sorveglianza”, secondo una dichiarazione di giovedì. “L’azienda mira a tenere l’AGM a breve termine e pubblicare le necessarie proposte elettorali con l’invito”. L’AGM era inizialmente previsto per il 5 maggio.

Il presidente della Commerzbank Vetter si dimette bruscamente, citando la salute

Schmitz ha gestito l’attività tedesca di HSBC fino al 2015. Un portavoce di quell’unità ha confermato che si tratta di una delle numerose banche tedesche prese di mira dal 2016 in un’indagine sugli scambi Cum-Ex, che ha approfittato delle scappatoie sulle tasse sui dividendi per ottenere rimborsi duplicati.

“Il consiglio di amministrazione di HSBC Germania si è sempre opposto alla partecipazione della banca alle cosiddette transazioni cum-ex”, ha detto il portavoce. La banca “non ha partecipato intenzionalmente a tali accordi in cui si sono verificati rimborsi multipli di imposte sulle plusvalenze”.

Ha detto che HSBC Germania sta cooperando pienamente con le autorità nell’indagine.

Commerzbank vede la seconda perdita consecutiva quest’anno sui costi di rinnovo

Con la sua nuova strategia, Commerzbank prevede di tagliare un terzo della forza lavoro domestica, chiudere quasi la metà delle filiali al dettaglio e chiudere circa il 30% delle sue sedi estere, nel tentativo di risparmiare 1,4 miliardi di euro all’anno. Knof ha promesso di raggiungere un accordo con il comitato aziendale sui contorni dei tagli entro il 5 maggio.

L’amministratore delegato è sotto la sorveglianza di alcuni dei maggiori investitori dell’istituto di credito, il governo tedesco e Cerberus Capital , le cui critiche alla strategia della banca lo scorso anno hanno fatto precipitare le dimissioni del precedente amministratore delegato e di un altro presidente.

Commerzbank prevede di registrare una seconda perdita consecutiva quest’anno, in parte a causa dei costi di ristrutturazione. Prevede inoltre un calo delle entrate poiché interrompe relazioni non redditizie con i clienti.

– Con l’assistenza di Birgit Jennen e Karin Matussek