Banche sotto pressione dopo l’affare del fondo Archegos

Il settore bancario ha registrato il calo maggiore in borsa lunedì a Parigi, ma anche su altri centri finanziari europei. Le probabili perdite di istituzioni come Credit Suisse e Nomura fanno temere una più ampia esposizione ad altri gruppi.

Le banche francesi hanno ceduto tra il 2,5% e lo 0,4% all'inizio della sessione di lunedì.
Le banche francesi hanno ceduto tra il 2,5% e lo 0,4% all’inizio della sessione di lunedì. (Shutterstock)

Di Romain GueugneauPostato il 29 marzo 2021 alle 12:51 Aggiornato il 29 marzo 2021 alle 13:17 lesechos.fr

Le banche sono coinvolte nel tumulto della vicenda Archegos , questo hedge fund americano in difficoltà dalla fine della scorsa settimana.

Lunedì mattina l’intero settore bancario europeo soffre sul mercato azionario. L’indice Euro Stoxx Banks, che riunisce le principali istituzioni della zona euro, è sceso dell’1,4%, uno dei maggiori ribassi del settore.

In forte calo le quote dei principali esercizi francesi quotati, mentre il mercato parigino è rimasto abbastanza stabile.

BNP Paribas e Société Générale hanno mostrato i maggiori cali dell’indice CAC 40, con -2,5% e -1,8% rispettivamente all’inizio della sessione. Il titolo Crédit Agricole è sceso dell’1%, mentre Natixis è sceso “solo” dello 0,4%, attestandosi appena al di sopra del prezzo dell’offerta pubblica di acquisto della società madre BPCE .

Credit Suisse in netto calo

Nel complesso, gli investitori sono preoccupati per l’impatto che le difficoltà incontrate dal fondo Archegos, che è andato in default sulle sue richieste di margine e ha fatto precipitare venerdì scorso la massiccia svendita di blocchi di azioni, in particolare a Wall Street.

Credit Suisse e Nomura hanno già avvertito i mercati che i loro risultati saranno gravemente influenzati dai problemi di Archegos. La banca giapponese stima la potenziale perdita a due miliardi di dollari (1,7 miliardi di euro). Il titolo è sceso del 16,5% alla Borsa di Tokyo. Il Credit Suisse è sceso di quasi il 13% a Zurigo.

Archegos, Greensill, spionaggio: la banca del Credit Suisse accumula battute d’arresto

Archegos, questo misterioso fondo all’origine di massicce vendite sui mercati

In una dichiarazione, il Credit Suisse ha affermato che altre banche stavano liquidando le loro posizioni dopo le insolvenze sui margini dell’hedge fund. È difficile sapere con precisione, per il momento, chi è interessato e quale impatto la situazione potrebbe avere, direttamente o indirettamente, su queste strutture.

Morgan Stanley e Goldman Sachs hanno agito rapidamente

Deutsche Bank sarebbe uno dei gruppi esposti alle difficoltà del fondo, secondo Bloomberg, sebbene la banca non abbia ancora comunicato sulla sua situazione. L’azione è scesa di quasi il 5% lunedì mattina. UBS è stata citata anche da analisti e investitori. Cala di oltre il 4% alla Borsa di Zurigo.

Dall’altra parte dell’Atlantico, Morgan Stanley e Goldman Sachs sono stati tra gli stabilimenti più esposti venerdì dalle massicce vendite di azioni gestite da Archegos. Senza che sia possibile determinare eventuali perdite. ” Hanno agito rapidamente, quindi potrebbe essere che siano meno impattati rispetto ad altri gruppi che avrebbero sciolto le loro posizioni solo ora  “, commenta un analista finanziario.

Romain Gueugneau