Credit Suisse: un’altra debacle con una perdita di miliardi – Nel bel mezzo del debacle di Greensill, la prossima bomba è esplosa al Credit Suisse: la grande banca deve cancellare ingenti prestiti da un cliente di hedge fund.

Finews.ch 29.3.21

Nel bel mezzo del debacle di Greensill, la prossima bomba è esplosa al Credit Suisse: la grande banca deve cancellare ingenti prestiti da un cliente di hedge fund. Si vocifera di una perdita fino a 4 miliardi di franchi .

Il Credit Suisse (CS) è in grossi guai a causa del fiasco attorno al Greensill Fund. Ma lunedì mattina, CS ha inviato un cosiddetto “aggiornamento commerciale”: in esso, la principale banca svizzera ha avvertito di una possibile perdita “molto significativa e materiale” nel primo trimestre del 2021. Un hedge fund statunitense è crollato dopo una richiesta di margine da CS e altre banche – il Il fondo non è stato in grado di soddisfare le richieste delle banche.

Il CS non ha fornito ulteriori informazioni. Ma si tratta della fallita società finanziaria di New York Archegos Capital Management, di proprietà del leggendario gestore di hedge fund Bill Hwang (foto sotto) .null

Vendite superiori a $ 30 miliardi

Archego ha avuto problemi la scorsa settimana dopo che le azioni del gruppo mediatico Viacom CBS hanno subito perdite di prezzo significative. Archegos Capital Management è un cliente di CS. La principale banca svizzera e altri istituti come Goldman Sachs, Morgan Stanley, la giapponese Nomura e, secondo i media, anche UBS hanno fornito ad Archegos Capital i cosiddetti servizi di prime brokerage. Il CS ha prestato denaro e titoli all’hedge fund e ha gestito transazioni commerciali per conto di esso.

Bill Hwang

(Immagine: Screenshot / Fuller Studio)

Poiché Archegos Capital non è stata in grado di far fronte alle richieste di margini, ovvero l’obbligo di effettuare pagamenti aggiuntivi alle banche, il fondo ha dovuto liquidare le proprie posizioni. Secondo i resoconti dei media, venerdì scorso sono state effettuate vendite di azioni per un totale di circa 30 miliardi di dollari. I prezzi delle azioni di Viacom CBS e Disney, ma anche di società cinesi come Tencent e Baidu, sono precipitati nel seminterrato.

Leva estrema

Si dice che la sola banca d’investimento statunitense Goldman Sachs abbia gestito vendite per 10,5 miliardi di dollari. A quanto pare, Archegos Capital Management era stato «geleveraged» con una quantità estremamente elevata di capitale esterno.

Quanto proviene da CS non è ancora chiaro. Il CS non ha voluto commentare. Ma le voci sul mercato parlano di una perdita di 3-4 miliardi di franchi. La quota di CS ha perso fino al 12% lunedì mattina. La banca giapponese Nomura aveva dichiarato la sua perdita in un comunicato intorno ai 2 miliardi di dollari.

Perdite su entrambi i lati

Per CS, la perdita di Archegos è il “secondo fronte” con cui la grande banca sta ora lottando, insieme alla debacle di Greensill. Inoltre, non è chiaro quanto saranno elevate le perdite sul greensill. La differenza con Archegos Capital è che Greensill ha subito perdite in quattro fondi, in cui un totale di oltre $ 10 miliardi di denaro dei clienti.

CS dovrà quindi confrontarsi con le richieste di rimborso dei clienti, a cui dovrebbe obbedire come un gesto di buona volontà. Nei resoconti dei media si dice che CS rimborserà inizialmente 1,5 miliardi di franchi ai clienti del Greensill Fund. Tuttavia, gli errori dovrebbero essere circa il doppio.

Ad Archegos, la posizione di partenza è diversa: qui, CS deve cancellare il bilancio, che verrà pubblicato nel primo trimestre del 2021 e porterà di nuovo in rosso la seconda banca più grande. Già nel quarto trimestre del 2020, le cancellazioni e gli accantonamenti CS hanno causato una perdita.

Waterloo di Thomas Gottstein

Il CEO di CS Thomas Gottstein sta attualmente sperimentando il suo Waterloo personale: ancora una volta, CS è caduto in una trappola per perdite, che avrebbe potuto essere evitata. In ogni caso, UBS non sembra aver subito perdite significative. Tuttavia, la grande banca non ha commentato il caso e non ha voluto commentare un potenziale rapporto di cliente con Archegos.

Archegos Capital Management era apparentemente uno dei clienti di prima classe a Wall Street. Si dice che l’hedge fund fosse più un family office e gestisse circa 10 miliardi di dollari delle attività private del fondatore Hwang, come riporta il “Wall Street Journal” (articolo a pagamento) . Secondo altre fonti, Archegos aveva una media di circa 10 a 1. La strategia consisteva nel piazzare enormi scommesse sulle azioni blue chip negli Stati Uniti e in Cina. Hwang apparentemente ha usato gli swap per questo. Le azioni erano quindi sui libri delle banche.

Era sulla lista nera

Hwang è diventato estremamente ricco e famoso come gestore di hedge fund perché aveva ottenuto prestazioni molto elevate con Tiger Asia Management e le famigerate scommesse asiatiche sin dagli anni ’90. Nel 2012, tuttavia, ha dovuto liquidare il Tiger Fund dopo che è stato dimostrato che si trattava di insider trading. Hwang ha quindi pagato all’autorità di regolamentazione statunitense SEC una multa di 44 milioni di dollari. Nel 2014, la Borsa di Hong Kong lo ha bandito da ogni attività per quattro anni. Là Hwang ha pagato una multa di 5,3 milioni di dollari.

Questo passato non ha impedito a CS – e anche ad altre banche – di fare affari con Hwang. Goldman Sachs lo ha rimosso dalla lista nera nel 2018 e ha ripreso i rapporti con i clienti.

Il prime brokerage è un servizio estremamente redditizio nell’investment banking, poiché le banche partecipano indirettamente ai profitti degli hedge fund e dei grandi family office attraverso il reddito da commissioni.