Il conto non pagato dell’Arabia Saudita con i costruttori di metropolitana ammonta a miliardi

Di e 5 aprile 2021, 13:13 CESTAggiornato il 5 aprile 2021, 16:09 CEST bloomberg.com

  • Bechtel doveva circa $ 1 miliardo per il lavoro svolto sul progetto della metropolitana
  • La disputa sui pagamenti si è trasformata in una nota diplomatica, dicono le persone

Secondo cinque persone che hanno familiarità con la questione, la Bechtel Corp.con sede negli Stati Uniti e altre aziende internazionali stanno cercando miliardi di dollari di fatture non pagate dal governo dell’Arabia Saudita per il lavoro svolto sul progetto della metropolitana di Riyadh.

Secondo quattro persone, alla Bechtel sono dovuti circa 1 miliardo di dollari per il sistema di trasporto, una pietra angolare degli sforzi del governo per migliorare la capitale saudita intasata dal traffico. Le aziende che lavorano al progetto – che coinvolge anche aziende francesi, spagnole e italiane – stanno perseguendo diversi miliardi di dollari in conti non pagati in totale, due delle persone hanno detto, con la Bechtel che doveva di più.

I pagamenti scaduti sono in parte legati ai ritardi di costruzione e ai superamenti dei costi causati dalla pandemia di coronavirus, che ha intrappolato alcuni lavoratori al di fuori del regno e ha reso difficile continuare il ritmo dei lavori sul progetto, hanno detto tre delle persone. La disputa sui pagamenti ha assunto connotazioni diplomatiche lo scorso anno quando le ambasciate americana, francese e spagnola a Riyadh hanno sollevato la questione in una lettera al governo saudita, hanno detto due delle persone.

Gli appaltatori governativi si sono lamentati per anni dei pagamenti in ritardo da quando un crollo del prezzo del petrolio nel 2015 ha portato le autorità a trattenere decine di miliardi di dollari per contribuire a contenere un disavanzo di bilancio in aumento. Sebbene quella decisione abbia contribuito a mantenere un freno alla spesa statale, ha intaccato la fiducia di un settore privato che fa molto affidamento sui contratti governativi.

Per saperne di più: L’Arabia Saudita ha detto di ritardare i pagamenti degli appaltatori a causa del crollo del petrolio

I funzionari dicono che si sono impegnati a pagare in tempo e hanno preso misure significative per risolvere il problema. Ma il crollo dei prezzi del greggio dello scorso anno sembra aver portato a ritardi simili per alcune società, sebbene il problema sia meno sistemico di prima.

La Bechtel non ha risposto a una richiesta di commento. La Commissione reale per la città di Riyadh, che sovrintende al progetto, ha affermato in una dichiarazione che i pagamenti agli appaltatori “sono stati effettuati in modo tempestivo” e “i reclami di cui sopra sono in corso di valutazione secondo un processo di risoluzione delle controversie stipulato nel contratto”.

Altre società coinvolte nel progetto includono la spagnola Fomento de Construcciones & Contratas SA, la britannica WS Atkins Ltd. e l’italiana Salini Impregilo SpA, rinominata Webuild .

La metropolitana di Riyadh è la chiave per i piani del principe ereditario Mohammed bin Salman di raddoppiare le dimensioni della città e trasformarla in un centro commercialeinternazionale . È tra i più grandi progetti di questo tipo al mondo, con sei linee costruite da tre consorzi, ed è completato per circa il 90%, hanno detto due persone che hanno familiarità con la questione.