41 milioni in meno per Gottstein & Co.La realtà virtuale annulla tutti i bonus delle persone migliori per il 2020 a causa del crollo degli hedge fund. Il presidente Rohner paga 1,5 milioni di “compenso del presidente”, ne mantiene 3 milioni

Insidearadeplatz.ch 6.4.21

Il Credit Suisse sta cercando di calmare le menti con il denaro. In qualità di organo supremo di CS, il Consiglio di amministrazione ha annullato tutti gli ultimi bonus pagati ai capi operativi della grande banca.

Si tratta di circa 16 milioni dalla “retribuzione a breve termine legata alla performance” per la direzione del gruppo e 25 milioni dalla “retribuzione a lungo termine legata alla performance” per il CEO Thomas Gottstein e dei suoi colleghi di vertice nella gestione del gruppo.

Nel complesso, “la remunerazione del management precedentemente richiesta sarebbe ridotta dell’intero importo della remunerazione variabile precedentemente richiesto per un importo di CHF 40,8 milioni”, scrive CS oggi.

Il presidente del consiglio di amministrazione Urs Rohner ha anche chiesto di “rinunciare al suo compenso di presidenza di 1,5 milioni di franchi”, continua il CS. La VR aveva “approvato” questa applicazione.

Cosa non regge: Rohner ha ricevuto 3 milioni di franchi come “tassa di base” per il 2020, più CHF 219’000 per “previdenza e altre prestazioni”. Nonostante la grave crisi, il presidente di CS ha intascato oltre 3 milioni, più di quanto il suo CEO ha portato a casa.

Resta da vedere cosa otterranno Gottstein e gli altri responsabili operativi della banca per l’anno in corso. Un’ulteriore ingiustizia minaccia.

“Il Comitato per la remunerazione seguirà da vicino gli sviluppi e adotterà le misure appropriate sulla base dei risultati dell’indagine, compreso l’esercizio del malus esistente e dei diritti di rivendicazione relativi agli elementi di remunerazione variabile per i dipendenti interessati”, ha affermato CS nel suo “Aggiornamento della relazione sulla remunerazione 2020 “, che ha messo online questa mattina.

Il consiglio di amministrazione della banca ha formato diversi comitati per i fondi Greensill e Archegos, un fondo speculativo statunitense.

Ciò che resta per i membri del team di gestione è la “retribuzione totale fissa”. Nel 2020, questo ammontava a 2,9 milioni in Gottstein e 29 milioni per tutti i 13 alti dirigenti operativi. Fissare un quarto di milione di stipendio di base ogni mese, con miliardi di danni: questo può ancora essere visto.

I membri del consiglio hanno ancora meglio, mantengono tutti i loro compensi, anche se sono in ultima analisi i responsabili della debacle.

“Insieme al Consiglio di amministrazione, siamo pienamente impegnati ad affrontare queste situazioni”, ha affermato Gottstein nel CS Communique, nonostante tutto sia ottimista. “Si trarranno lezioni serie. Il Credit Suisse rimane un’istituzione formidabile con una ricca storia “.