B.Profilo: Banor e Sator trattano (MF)

Fonte: MF Dow Jones (Italiano)

Banor sim è interessata a rilevare le attività di Banca Profilo a eccezione di Tinaba, la fintech lanciata nel 2015 per consentire i pagamenti e i trasferimenti di denaro attraverso lo smartphone. 

Sator, il fondo che detiene la maggioranza dell’istituto milanese di private banking, è disponibile a valutare un riacquisto della società entro il 30 giugno 2023, quando scadranno gli accordi commerciali attualmente in essere. È questa la fotografia più aggiornata del processo di vendita di Banca Profilo, seguito da Lazard per conto dell’azionista di maggioranza. L’istituto milanese è stato formalmente messo sul mercato lo scorso anno ed è finito nel radar di diversi investitori. Tra questi Finint Banca, l’investment bank fondata da Enrico Marchi e guidata da Fabio Innocenzi che ha messo sul tavolo una proposta mista, in contanti e carta con un’ipotesi di fusione. 

Alla fine l’esclusiva è stata concessa a Banor sim, la cui offerta vincolante è stata però respinta a febbraio. La società di gestione fondata da Massimiliano Cagliero avrebbe comunque continuato a trattare con Sator, chiedendo una revisione del perimetro. Alla richiesta di escludere Tinaba dalla cessione, il fondo avrebbe risposto nelle ultime ore con una lettera in cui ventila la possibilità di riacquistare la banca online entro 24 mesi al valore simbolico di un euro ma chiede al pretendente la formulazione di una nuova offerta. Si vedrà a questo punto come procederà la trattativa nelle prossime settimane. Vero è che, secondo quanto risulta, dopo il primo round di offerte altri investitori si sarebbero fatti avanti per esaminare il dossier. 

fch 

(END) Dow Jones Newswires

April 13, 2021 02:12 ET (06:12 GMT)