Credit Suisse: come si è verificato il miracolo da 3,5 miliardi?

Finews.ch 13.4.21

(Immagine: Shutterstock)

Il Credit Suisse avrebbe realizzato un profitto record nel primo trimestre del 2021, se la debacle di Archegos non fosse avvenuta. Come ha avuto successo la grande banca? Una ricerca di indizi che porta al Chief Financial Officer David Mathers.null

Dopo la minusvalenza che Credit Suisse (CS) ha subito con il cliente di hedge fund Archegos Capital, il numero è sprecato. Ma è talmente superiore alla performance della grande banca svizzera nell’ultimo decennio che solleva interrogativi: 3,5 miliardi di franchi.

Questo è quanto sarebbe stato alto l’utile ante imposte di CS nel primo trimestre di quest’anno. La perdita commerciale di 4,4 miliardi di franchi ha fatto scendere il risultato al lordo delle imposte a circa 900 milioni di franchi , come annunciato da CS il 6 aprile; possibili perdite Greensill non prese in considerazione. Ma la performance, secondo la grande banca, è stata per il resto molto forte.null

Una volta più di dieci anni fa

Da una prospettiva storica, il (presunto) risultato record sembra irreale: anche in periodi trimestrali molto buoni, negli ultimi anni CS non ha quasi mai realizzato un utile ante imposte di 1,5 miliardi di franchi.

Bisogna tornare indietro di dieci anni negli annali per trovare un risultato quasi altrettanto alto per CS: nella primavera del 2010 è stato il CEO Brady Dougan a mostrare un utile ante imposte di quasi 3 miliardi di franchi svizzeri.

Ma a quel tempo CS era ancora un’altra banca. Il loro volume d’affari nel 2010 è stato quasi il doppio. Il successore di Dougan, Tidjane Thiam , aveva ridotto radicalmente CS e principalmente la sua banca di investimento.

Presupposti estremamente ripidi

Allora cosa è successo al CS in questi primi tre mesi, come sono arrivati ​​questi numeri? Anche gli analisti lasciano perplessi: Morgan Stanley ha recentemente pubblicato una previsione basata sull’annuncio di perdita di CS in cui i risultati delle singole divisioni sono estrapolati a un utile ante imposte di quasi 3 miliardi di franchi svizzeri.

L’analista responsabile non ha incluso possibili perdite Greensill, ma ha fatto ipotesi estremamente ripide per la banca d’affari, con riferimento al boom Spac, in cui CS è terzo al mondo.

“Dove diavolo …?”

Anche il “Credit Suisse Mystery” viene lasciato perplesso sui social media. Ciò stimola ancora più fantasie e ipotesi, poiché il consenso degli analisti si è attestato solo di recente a 1,4 miliardi di franchi di utile ante imposte.

Da dove diavolo vengono i 2,1 miliardi in più?!”, Ha chiesto un twitter. In occasione della presentazione dei dati per il 2020 il 18 febbraio, CS ha parlato di un inizio “molto buono” del nuovo esercizio.

Il 16 marzo, il CEO Thomas Gottstein è stato un po ‘più preciso alla Morgan Stanley European Financial Conference : a gennaio e febbraio, CS ha ottenuto il più alto profitto ante imposte degli ultimi dieci anni. Il reddito della banca d’investimento è aumentato del 50 percento. Le attività di asset management trarrebbero vantaggio da una maggiore attività dei clienti.

Allfunds o bonus cancellati?

Su una base generosa, ciò significherebbe un utile di circa 2 miliardi di franchi rispetto all’utile ante imposte di circa 1,5 miliardi di franchi nello stesso trimestre dell’anno precedente.

L’utente di Twitter @jeuasommnulle sospetta che lo sconcertante divario di 1,5 miliardi di franchi svizzeri non possa essere colmato da un guadagno di valutazione su Allfunds (CS ha portato il suo Investlab nella joint venture del fondo nel 2019). Anche con le ipotesi più ripide, ciò non porterebbe a più di 250 milioni di franchi. “L’unica leva rimasta a cui riesco a pensare sono i bonus”, ha detto il twitter.

Di regola, il piatto bonus viene accumulato su base trimestrale. Se CS avesse annullato tutti i bonus della banca d’affari per il primo trimestre – che sarebbe estremamente demotivante per la forza lavoro – ciò si rifletterebbe sull’utile ante imposte con un aumento di circa 600 milioni di franchi. C’erano ancora ben più di 600 milioni di franchi che CS avrebbe dovuto tirare fuori dal suo cappello.

Hai scoperto un “tesoro nascosto”

Secondo un rapporto del quotidiano britannico “Financial Times” (articolo a pagamento), che la banca stessa non ha confermato, è proprio così: CS sta tagliando centinaia di milioni di franchi in pagamenti di bonus per il primo trimestre.

CS ha il mago nella persona del direttore finanziario David Mathers . finews.ch ha ritratto l’inglese due anni fa come un uomo che conosce ogni vite e ogni cadavere nel seminterrato del CS.

A questo proposito, Mathers è anche l’uomo che può portare alla luce “tesori nascosti” dal CS. Un conoscitore della questione ha detto a finews.ch che Mathers aveva probabilmente eseguito una delle sue manovre contabili e ripubblicato le disposizioni sul prestito. Il CS non ha fatto commenti. Pubblicherà i risultati trimestrali il 22 aprile.