Il Credit Suisse registra una perdita trimestrale di 252 milioni di franchiIl Credit Suisse ha giocato d’azzardo con l’hedge fund americano Archegos. Ora l’entità del danno è evidente: CS ha registrato una mega perdita di oltre 252 milioni di franchi per il primo trimestre. A causa della debacle del fondo, Finma sta ora indagando sulla grande banca.

Blick.ch 22.4.21

Come annunciato, il Credit Suisse è in rosso nel primo trimestre. Il crollo dell’hedge fund statunitense Archegos ha provocato una perdita netta di 252 milioni di franchi svizzeri, secondo le informazioni di mercoledì. Nello stesso periodo di un anno fa, la grande banca ha registrato un utile di 1,3 miliardi.

Alla fine di marzo, l’hedge fund statunitense Archegos, fortemente indebitato, non aveva adempiuto ai propri obblighi nei confronti del Credit Suisse e di altre banche. Di tutte le istituzioni finanziarie coinvolte, il Credit Suisse ha subito apparentemente le perdite di gran lunga maggiori.

Gottstein: “La perdita è inaccettabile”

La banca prevede ora ulteriori perdite di circa 0,6 miliardi di franchi in relazione alla debacle degli hedge fund nel secondo trimestre, mentre l’annuncio continua.

Il CEO di CS Thomas Gottstein commenta il risultato del primo trimestre: “La perdita che dobbiamo registrare per il trimestre in esame a causa di questa questione è inaccettabile. (…) Stiamo facendo tutto il possibile per garantire che Credit Suisse esca più forte da questa situazione “.

La perdita ante imposte per il primo trimestre del 2021, pari a 757 milioni di franchi, è stata leggermente inferiore al livello di 900 milioni di franchi annunciato due settimane fa, come annunciato giovedì dalla grande banca. Il crollo di Archegos ha gravato sul risultato della grande banca – come già segnalato – con circa 4,4 miliardi di franchi .

Ora la Finma è determinante contro il CS

L’Autorità Federale di Vigilanza sui Mercati Finanziari Finma vuole indagare su segnalazioni di carenze nella gestione del rischio in relazione al caso Greensill. Finma nomina un investigatore presso la banca per occuparsi della questione e scambia informazioni con le autorità competenti in Gran Bretagna e negli Stati Uniti.

La scorsa settimana, la Finma ha ordinato ulteriori misure immediate. Secondo la notifica, queste includono misure di natura organizzativa, misure di riduzione del rischio e sovrattasse di capitale, nonché riduzioni o sospensioni delle componenti variabili della remunerazione

$ 500 milioni di insediamento di transazione in contenzioso

Il Credit Suisse informa questa mattina anche che sta riducendo i siti contaminati negli Stati Uniti. Ad esempio, ha raggiunto un accordo con la banca statunitense in relazione a due cause pendenti presso il tribunale dello Stato di New York relative a mutui residenziali cartolarizzati dal 2006.

L’importo della transazione è di $ 500 milioni. Ciò contrastava con crediti di oltre 1,3 miliardi. Per l’importo della liquidazione pagato, le sue riserve complete sono già state costituite in passato, quindi non vi è alcun onere aggiuntivo.

La banca è sollevata dal fatto che il confronto avrebbe risolto due dei più grandi problemi legati alla precedente attività RMBS del Credit Suisse.

(SDA / gif)